Le meraviglie del possibile – Antologia della Fantascienza #1

La mia copia dell’antologia è quella dell’edizione Einaudi tascabili, stampata nel 1993; con 29 racconti.

Meraviglie del possibile - cope

Premetto che quando ho preso questo libro avevo fino ad allora letto nulla o quasi di fantascienza: mi pareva che un’antologia in cui figuravano i più quotati scrittori del genere fosse un buon biglietto di ingresso. Di certo non sbagliavo

Impressioni dalla lettura del 1996

La prima cosa che ho rilevato, con una punta di delusione, è questa: a parte pochi racconti (“Villaggio incantato”, “Pioggia senza fine”, “Prott”, “Miraggio”, “Il duello”) non vengono descritti né extraterrestri né altri pianeti, mondi, né luoghi nello spazio. Ci sono per lo più descrizioni della Terra versione superautomatizzata. Mi sarebbe piaciuta di più un’antologia di invenzioni di mondi e annessi.

L’altra considerazione principale riguarda il fatto che la maggior parte dei racconti è pessimista. Vuoi che gli alieni siano cattivi, vuoi che gli umani futuri siano alienati, il messaggio è negativo. In controtendenza (almeno parziale e, di sicuro, nel finale) “Miraggio”.

Alcuni racconti li considero neutri, come “L’uovo di cristallo”, “La scoperta di Morniel Mathaway” (anche se non del tutto), “Passò intorno ai cavalli”.

Comunque nel complesso mi sono piaciuti.

Adesso

Fra tutti il racconto che preferisco è “Pioggia senza fine” di Ray Bradbury, su cui ho scritto anche un post;Sentinella” di Fredric Brown lo conoscevo, l’avevo letto nell’antologia delle medie (non come compito o invito dei prof, ma avevo letto di mia iniziativa più o meno tutto il volume).

Mi capita di riprendere in mano questo libro di quando in quando e, dopo aver letto diversi romanzi, soprattutto degli autori classici, di fantascienza, le mie impressioni cambiano un poco e comunque si evolvono. Al momento “Le meraviglie del possibile” è stato citato in un gruppo Facebook e così ho cominciato e rileggere dei racconti. Probabilmente scriverò le nuove impressioni, un giorno o l’altro.

 

Annunci

4 pensieri su “Le meraviglie del possibile – Antologia della Fantascienza #1

  1. Per puro caso ho appena pubblicato sul mio blog un post sullo stesso libro, e scorrendo i post taggati come “fantascienza” ho trovato questo!
    Ho letto l’antologia durante l’estate, parecchi anni dopo averla comprata, ma nel complesso l’ho trovata molto piacevole da leggere (parlo da appassionato del genere). I miei racconti preferiti: “Pioggia senza fine”, “Nove volte sette”, “Impostore” e “Sentinella”

    Mi piace

    • Ho letto il tuo post (interessante) e ho visto che anche tu avevi uno dei racconti su un libro di scuola. “Il veldt” non l’ho ancora riletto, ma lo ricordo piuttosto bene e ricordo anche che lo trovai molto inquietante. “Sentinella” l’ho sempre apprezzato per il cambio di prospettiva e “Pioggia senza fine” mi piace tanto che ogni tanto lo rileggo…

      Mi piace

  2. Pingback: Almanacco: scrittori nati il 19 settembre | Antonella Sacco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.