PECORE CON GLI SCARPONI, #6

Una cosa media

Le sue orecchie captarono la frase: “Una cosa media”, così alzò gli occhi, ma nel gruppo di ragazze assiepate davanti alla scrivania della collega nulla indicava chi l’avesse pronunciata.

Una cosa media. Ripeté mentalmente fra sé. Un’espressione che veniva dal passato, era abituale di una compagna del liceo, diceva così invece che “insomma” oppure “abbastanza bene” o “non c’è male”. Da tanti anni non l’aveva più sentita, né le era capitato di usarla.

A quel tempo, al tempo della sua adolescenza cioè, se n’era fatta un po’ una bandiera, trovava che le calzasse a puntino, lei stessa era una cosa media: né bella né brutta, né grassa né magra, né studiosa né svogliata, poco portata per gli sport ma nemmeno del tutto negata… insomma non eccelleva in niente, né in positivo né in negativo, non c’era niente che la facesse notare. Faceva parte della massa, non era sola ma neppure soffocata da troppe conoscenze, aveva i suoi impegni “sociali” ma anche un po’ di tempo libero.

Era proprio una cosa media, in tutto. Non ne era esattamente entusiasta, ma pensava che non potesse essere altrimenti.

Fino al momento in cui i suoi chili l’avevano trascinata oltre il confine.

La cosa buffa, se così si poteva dire, era che ancora non aveva capito se il cambiamento l’avesse rattristata o sollevata.

No, così non si poteva dire, non era per niente buffo. Era una domanda a cui DOVEVA saper rispondere. Eppure, per quanto si sforzasse, non riusciva decidere se era contenta, sia pure moderatamente, oppure rassegnata.

Quella frase aveva riaperto una ferita profonda. Laura se ne rese conto solo alcuni giorni dopo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...