Pubblicato in: Almanacco

Almanacco: scrittrici e scrittori nati il giorno 1 aprile

Edmond Rostand

(1868 -1918), poeta e drammaturgo francese.
Ho visto in teatro “Cyrano de Bergerac”  e, mi pare, l’ho anche letto. Grande storia d’amore e celebrazione della parola.

Edgar Wallace

(1875 – 1918), scrittore, giornalista e drammaturgo britannico.
Di lui ho letto oltre trenta romanzi gialli. Seguono tutti un po’ lo stesso schema e in quasi tutti c’è anche una storia d’amore che si conclude felicemente.

Milan Kundera

(1929), scrittore, saggista e poeta ceco.
Di lui ho letto parecchi anni fa “L’insostenibile leggerezza dell’essere“, ne ricordo poco ma mi era piaciuto, anche se l’ho trovato lento. C’era anche un cane, mi pare.

Sandro Veronesi

(1959), scrittore italiano.
Di lui ho letto “Caos calmo“, che a tratti non mi è dispiaciuto e a tratti mi è sembrato prolisso, e “XY” che ho trovato un po’ pedante e farraginoso e la cui conclusione non mi è piaciuta affatto.

Beatrice Masini

(1962), traduttrice e scrittrice italiana.
Di lei ho letto alcuni libri per ragazzi fra cui mi sono piaciuti abbastanza “Se è una bambina” e “Bambini nel bosco“, il secondo mi pare più adatto agli adulti.

 

Pubblicato in: Riflessioni, Scrittura

Trend di incremento mensile nel numero degli ebook pubblicati (al 30 Marzo 2015)

Dal confronto del numero degli ebook in vendita sullo store amazon.it fra il 28 febbraio e il 30 marzo 2015 si rileva che il numero degli ebook in lingua italiana è aumentato ancora, complessivamente, di una percentuale di poco superiore al 2,5%.

Anche questo mese ho rilevato il numero degli ebook per alcune “sotto categorie”: Letteratura e narrativa; Libri per bambini e ragazzi; Fantascienza, Horror e fantasy. Per effetto dell’inserimento di un ebook in più categorie la somma degli ebook di una sotto categoria è maggiore del numero degli ebook della categoria.

Dato che, non avendo la possibilità di conoscere quante sono le vendite a fronte delle pubblicazioni, queste rilevazioni non sono poi particolarmente significative, penso che dopo questa di Marzo le effettuerò trimestralmente anziché mensilmente. Quindi la prossima sarà alla fine del mese di Giugno.

ebook pubblicati al marzo 2015 TUTTI

ebook pubblicati marzo 2015 lett-narr

ebook pubblicati marzo 2015 fant-horr

ebook pubblicati marzo 2015  ragazzi

 

Pubblicato in: Almanacco

Almanacco: scrittrici nate il 31 marzo

Liala

(1897 – 1995), scrittrice italiana.
Pseudonimo di Amalia Liana Negretti Odescalchi. Di lei ho letto, da ragazzina, molti romanzi; erano quelli conservati da mia madre dei tempi della sua giovinezza. Fra i personaggi molti aviatori, le storie sono molto sentimentali. Grande signora del romance, si direbbe adesso.

 

Pubblicato in: Libri, Racconti

Pecore con gli scarponi, #10

Il distributore di benzina

Per arrivare alla biblioteca in cui lavorava Laura doveva percorrere tre chilometri e mezzo di strada e, a metà circa del percorso, c’era un distributore di benzina a cui, di solito, si fermava quando aveva bisogno di fare rifornimento.

Fino a qualche settimana prima il distributore era stato gestito da una coppia di anziani, ma negli ultimi giorni al loro posto c’era un giovanotto sui trenta-trentacinque anni. Probabilmente i due avevano ceduto l’attività per un meritato riposo, era una supposizione logica di cui però Laura non aveva certezza, perché, nonostante fosse ormai una vecchia cliente, aveva scambiato con loro pochissime frasi: laconiche conversazioni sul tempo, sul traffico.

Di sicuro anche con il giovanotto sarebbe stato difficile spingersi oltre lo scambio di saluti e dell’indicazione di quanta benzina versare nel serbatoio: non era sua abitudine attaccare discorso con tutti, benché a volte le facesse piacere fare quattro chiacchiere anche con persone che conosceva appena o che incontrava per la prima volta.

Una cosa, però, aveva destato fino da subito la sua attenzione: il giovanotto aveva sempre con sé un libro, lo leggeva mentre aspettava i clienti e lo riapriva non appena aveva finito di servirli.

Anche quella mattina, quando era passata davanti al distributore, il benzinaio era immerso nella lettura. Non era ancora riuscita a leggere un titolo, le due volte che si era fermata per il pieno lui aveva posato il volume sopra la pompa e lei non aveva visto nulla. Forse, una volta o l’altra, gli avrebbe chiesto quali fossero le sue preferenze: quando si imbatteva in qualcuno che leggeva provava sempre la curiosità di sapere cosa. Comunque, aveva già riflettuto abbastanza sul giovanotto. Avrebbe fatto meglio a catalogare i volumi nuovi che erano stati consegnati dal corriere il giorno precedente. Si mise all’opera e per quasi un’ora la cura dei suoi amici di carta l’assorbì completamente. Quando ebbe finito un gruppo di studenti bisognosi di consulenza la impegnò ancora ma, più tardi, la domanda “Che libri legge il benzinaio?” tornò ad affacciarsi alla sua mente.

 

Pubblicato in: Almanacco

Almanacco: scrittori nati il 29 marzo

Jo Nesbø

(1960), scrittore norvegese.
Di lui ho letto 6 romanzi con protagonista Harry Hole, fra questi i miei preferiti sono “La stella del diavolo” e “L’uomo di neve” e “Lo spettro”. Sono tutti piuttosto amari, perché in fondo, anche se di solito il colpevole paga, c’è quasi sempre qualcuno che ha fatto del male e che invece non paga. Più di recente “Polizia” e “Nemesi“. Ho letto anche “Il cacciatore di teste”, un giallo di cui è stata fatta anche la trasposizione cinematografica.

 

Pubblicato in: Almanacco

Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 28 marzo

Francesco De Sanctis

(1817 – 1883), scrittore, critico letterario e politico italiano.
Ricordi di scuola, soprattutto.

Mario Vargas Llosa

(1936), scrittore e drammaturgo peruviano.
Premio Nobel per la letteratura nel 2010.
Di lui ho letto “La zia Julia e lo scribacchino“, un romanzo anche ironico, e “Lettere a un aspirante romanziere“, una sorta di manuale di scrittura creativa in forma appunto di lettere in cui immagina di dare consigli a un aspirante scrittore, ogni lettera riguarda un aspetto diverso della scrittura: trama, personaggi, punto di vista); interessante e piacevole.

Claudio Lolli

(1950), cantautore, poeta e scrittore italiano.
Ascoltavo le sue canzoni, tanti anni fa.

Sara Cerri

(1954 ), scrittrice italiana.
Autrice di vari romanzi per ragazzi, fra cui il mio preferito è “Grande blu“, di una biografia romanzata di Isadora Duncan e direttrice della collana I Gufi di David and Matthaus. Si possono leggere due mie interviste a Sara a questi link: su “Isadora Duncan”, sui Gufi. e anche le mie impressioni di lettura sul romanzo “Una sola luce blu“.

 

Pubblicato in: Almanacco, Citazioni

Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 26 marzo

Robert Frost

(1874 – 1963), poeta statunitense.
Autore fra l’altro di questa bella poesia.

The Road Not Taken
Two roads diverged in a yellow wood,
And sorry I could not travel both
and be one traveler, long I stood
And looked down one as far as I could

Then took the other, as just as fair,
And having perhaps the better claim,
Because it was grassy and wanted wear,
Though as for the passing there
Had worn them really about the same,

And both that morning equally lay
In leaves no step had trodden black.
Oh, I kept the first for another day!
Yet knowing how way leads on to way,
I doubted if I should ever come back.

I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I–
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference.

Tennessee Williams

(1911 – 1983), drammaturgo, scrittore e sceneggiatore statunitense.
Non ricordo se ho letto sue opere, però di sicuro ho visto in teatro “Un tram che si chiama desiderio“; ho poi visto alcuni film (in TV) tratti dai suoi drammi, come “Lo zoo di vetro” e, ancora “Un tram che si chiama desiderio”.

Erica Jong

(1942), scrittrice e poetessa statunitense.
Di lei ho letto oltre trenta anni fa due romanzi che all’epoca sono stati molto famosi: “Paura di volare” e il seguito “Come salvarsi la vita“; poi ho letto anche “Serenissima“, una storia-sogno su Shakespeare.

Ronald Bass

(1942), scrittore statunitense.
Di lui ho letto molti anni fa “Smeraldo“, una storia di spionaggio.

Pubblicato in: Almanacco

Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 25 marzo

Antonio Fogazzaro

(1842 – 1911), scrittore e poeta italiano.
Ricordi di scuola.

Flannery O’Connor

(1925 – 1964), scrittrice statunitense.
Di lei ho letto “Nel territorio del diavolo“: testi sulla scrittura e racconti. Interessante.

Donato Carrisi

(1973), scrittore italiano.
Di lui ho letto tre romanzi, “Il suggeritore“, “Il tribunale delle anime” e “La donna dei fiori di carta“; ben costruiti. I primi due raccontano della caccia a due serial killer, l’altro non è un giallo, somiglia di più a una storia d’amore.

 

Pubblicato in: Libri

Noemi Gastaldi, Il canto delle forze ancestrali, Oltre i confini volume 3

La saga

La saga “Oltre i confini” di Noemi Gastaldi è una trilogia di romanzi molto originali: elementi classici del fantasy come magia, persone dotate di poteri speciali ed esseri ultra umani sono disegnati in modo molto personale e diverso dai soliti schemi.

banner trilogia oltre i confini

Nel primo romanzo, Il tocco degli Spiriti Antichi, il lettore incontra la protagonista, Lucilla, una ragazza che scopre di essere una Viator, cioè di avere il potere di passare nel mondo oltre i confini, una sorta di mondo parallelo governato da Spiriti Antichi; altre persone, con cui lei fa amicizia, hanno lo stesso potere, come Francesca e il marito Roberto. Le vicende si svolgono alternativamente nel mondo reale e in quello oltre i confini e la storia termina con una terribile battaglia, in seguito alla quale sembra che il mondo oltre sia scomparso.

La narrazione nel secondo romanzo, Il battito della bestia, prende l’avvio da questo momento; Lucilla e Francesca scoprono che entità passate dal mondo Oltre a quello reale seminano in quest’ultimo delitti e confusione e tentano di porvi rimedio; nello scontro finale Lucilla e Roberto vengono gravemente feriti. (Un mio breve commento al romanzo si può leggere qui).

“Il canto delle forze ancestrali”

Nel terzo e ultimo romanzo, Il canto delle forze ancestrali“, Lucilla scopre che il mondo oltre i confini non è svanito. Però lei, ferita, e altri Viator sono prigionieri in una caserma.

Intanto dovunque le entità provenienti dal mondo oltre continuano a seminare disordine e morte, creando illusioni che inducono le persone a uccidersi le une con le altre. I Viator devono dunque trovare un modo per fuggire dalla caserma in cui sono tenuti prigionieri e per poter ristabilire l’equilibrio ne mondo oltre, unica possibilità per riportarlo anche nel mondo reale. Per riuscire nell’intento Lucilla e i suoi amici si allenano duramente e imparano ad attingere dalle Forze Ancestrali l’energia e la capacità necessarie per combattere.

Della trama non accenno altro: è densa di colpi di scena e di immaginazione, avvincente e molto realistica, perfino nelle sue parti più fantastiche.

Se i primi due episodi della saga erano intriganti questo conclusivo lo è ancora di più: la consapevolezza di essere all’atto finale e decisivo che pervade tutti i personaggi coinvolge fino da subito anche il lettore, inducendolo a procedere nella lettura per sapere cosa succederà pagina dopo pagina.

Il mondo oltre creato dall’autrice e le sue interazioni con il mondo quotidiano risultano credibili e coerenti, i personaggi, sia quelli già conosciuti che quelli nuovi, sono ben disegnati ed evolvono con il trascorrere del tempo e le vicende che vivono. In particolare la protagonista, Lucilla, di volume in volume, assume sempre più consapevolezza di sé e dei suoi poteri di Viator e di ciò che questo comporta.

Le illustrazioni raffinate di Nicolò Mulè, sulle copertine e anche all’interno dei romanzi, danno un’ulteriore nota di originalità.

 

Una breve descrizione del romanzo

«Non che tu non te lo meriti, ma che hai fatto di tanto brutto per farti portare qui?» chiese lui. Cover Forze ancestrali

«Sono morta!», sproloquiò Lily. «Come si permette di rivolgerci la parola?», aggiunse poi, rivolta a Lucilla. Per una volta, la Viator fu in parte d’accordo.

Lucilla si sveglia nel mondo che credeva perduto.

La realtà circostante è ormai mutata a causa degli squilibri, il mondo sta scivolando nel caos. La stessa Viator è molto cambiata: quel tanto che le servirà per trovare la sua strada…

Due parole sull’autrice

Noemi Gastaldi è nata e cresciuta in provincia di Torino, città in cui attualmente risiede. Ama scrivere fin da quando era piccola, ma la sua prima pubblicazione risale al 2009, quando collabora al romanzo erotico-sentimentale “22 fiori gialli”, attualmente edito da Eroscultura. Nel 2011, affascinata dal mondo sommerso dell’arte indipendente, riprende in mano una vecchia bozza ideata anni prima e mette le basi per la saga “Oltre i confini”. Il primo volume della stessa, “Il tocco degli Spiriti Antichi“, viene autopubblicato nel novembre 2012. Il secondo volume, “Il battito della Bestia”, viene autopubblicato nel gennaio 2014. Il volume conclusivo “Il canto delle Forze Ancestrali” è disponibile dal 22/03/2015.