Libri letti nel mese di Aprile 2015

Ecco l’elenco dei libri letti in Aprile.

cielo e nuvole rosse

Il cardellino” di Donna Tartt

Un romanzo su cui mi è difficile esprimere un’opinione. Da un lato mi viene da dire che è una sorta di collage di cliché, sia pure ben composto, da un altro non posso negare che vi siano spunti decisamente originali. La sola cosa di cui sono certa è che, secondo me, alcune parti (quasi tutte, per la verità) avrebbero dovuto essere un poco più snelle; questo non perché mi disturbi in generale la lunghezza di un romanzo, quanto perché in questo preciso romanzo spesso i dettagli sono davvero troppi, talvolta ripetitivi. Magari, però, è proprio l’impressione che l’autrice voleva destare.
È innegabile che l’idea alla base della storia sia particolare. Theo, un ragazzino di tredici anni, rimane orfano della madre a causa di un esplosione in un museo e questo fatto condiziona tutta la sua vita; che un evento tanto drammatico abbia conseguenze su una persona è ovvio, ma averle intrecciate a un piccolo quadro raffigurante un cardellino, rende tutto più interessante e non banale. Il modo in cui Theo trascorre gli anni successivi alla morte della madre è, tutto sommato, abbastanza scontato (forse non avrebbe potuto essere altrimenti) e anche gli avvenimenti più importanti, quelli che imprimono nuove svolte alla vita del ragazzo mi sono sembrati come sfocati, tanto che, su quasi 900 pagine, per me il primo vero colpo di scena è stato poco prima di pagina 650, anche se la narrazione procede piuttosto lenta sia prima che dopo. 
Le sensazioni e i sentimenti del protagonista (il racconto è in prima persona) sono descritte in maniera precisa e quasi ossessiva, perfino troppo, anche queste. Le ultime pagine, poi, sono dedicate solo alle riflessioni di Theo: sul senso (o meglio non senso) della vita e sul significato che ha avuto per lui il piccolo quadro raffigurante il cardellino.
In conclusione per me la parola che caratterizza il romanzo è proprio questa: troppo. Troppo lungo, troppi dettagli, troppo di altre cose che non dico per non svelare la trama.

Incubo” di Marialuisa Moro

Un ebook di un’autrice self contenente due romanzi brevi, entrambi appartenenti di buon diritto alla famiglia delle storie di fantasmi, anche se in modo diverso fra loro e pur essendo ambientate ai giorni nostri. I protagonisti, una donna nel primo e un giovane nel secondo, non riescono a sfuggire al proprio destino, una sorta di maledizione-punizione per entrambi, una presenza che li perseguita per tutta la vita. Le due storie sono ben condotte e sono avvincenti, si leggono tutte d’un fiato.

The black rose saga – conflicts” di Susan Mikhaiel

Ancora un ebook di un’autrice self, in questo caso un manga in forma di romanzo: per me che non conosco il mondo dei manga si è rivelato una nuova esperienza. Molti sono i personaggi e molti i simboli. La ricerca del Graal da parte delle “Rose”, le protagoniste, è un’avventura complessa e densa di ostacoli, in cui la magia si manifesta in molti modi. Una storia in cui si intrecciano molti elementi, insomma, e che, anche per questo, incuriosisce.

Cosa rimane di noi” di M. S. (Manuel Sgarella)

Un romanzo, di un autore self, che trova la sua collocazione naturale fra i noir italiani. Ambientato prevalentemente a Milano tratta del delitto più ignobile e imperdonabile: la pedofilia. Il protagonista è un ex poliziotto, vittima di un dramma familiare, che accetta l’incarico di ritrovare un bambino scomparso. Il merito maggiore dell’autore è, secondo me, quello di descrivere l’orrore senza mostrarlo, ovvero facendolo vivere al lettore attraverso i sentimenti, le reazioni e le azioni del protagonista.
Una storia che non può che essere amara, ben condotta, il cui finale dà spazio a qualche speranza.

I falsari” di Andrè Gide

(nella traduzione di Oreste Del Buono)
Su questo grande romanzo, che mi è piaciuto molto, ho pubblicato questo e questo post.

Post concluso, il mese di Aprile è finito

 

Annunci

Un pensiero su “Libri letti nel mese di Aprile 2015

  1. Pingback: Sensazioni di una lettrice | Antonella Sacco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...