Intervista a Laura Corsini, autrice di “Matilda e le cento chiese”

Laura Corsini ha scritto per la collana I Gufi de Il villaggio Il Villaggio Ribelle di David and Matthaus un libro dal titolo “Matilda e le cento chiese”, in cui parla di Matilde di Canossa, una donna davvero speciale.

Copertina Matilda

  1. Perché hai scelto Matilda?

È un personaggio che un po’ mi rassomiglia, è stata una donna moderna e combattiva, ha dovuto farsi valere, crearsi uno spazio suo in un mondo tutto maschile. Amava la cultura, la solitudine… e poi… perché ha fatto inginocchiare un imperatore nella neve, non è cosa da tutti, no? Io abito nella provincia di Modena, qui tutto parla di lei, i luoghi portano ancora l’impronta del suo piede, è una presenza ancora viva. È inspiegabile, la si respira nell’aria; qui tutti conoscono Matilda, anche i bambini piccoli. Il titolo poi è tratto da una leggenda, ma non voglio svelare di più.

  1. Perché scrivere una storia per bambini? È la prima volta?

No, in realtà io ho cominciato anni fa a scrivere romanzi per bambini e ho pubblicato “Il fantastico Hoppy” che parla di un problema molto grave legato all’infanzia, ma in modo fantasioso e adatto ai piccoli e “Il draghetto pensatore”, storia illustrata di un drago che trascorre tutta la vita, o quasi, da solo. Non credo che ci sia differenza tra scrivere per i bambini e per gli adulti, uno scrittore poi deve saper fare un po’ di tutto, è come il sarto che si specializza, magari, in abiti da donna, ma non sarà incapace di cucire un vestitino da bimbo. Punti e tagli… parole…

  1. Cosa pensi possa risultare più attraente/interessante per un bambino nella figura di Matilda?

Io ne restai affascinata a scuola, alle elementari, e posso dirti cosa colpì la me bambina: la incredibile forza e determinazione. Ai bimbi piacciono gli eroi.

  1. C’è qualche elemento che riguarda Matilda su cui hai posto l’accento nella tua storia?

Il silenzio. Era una bimba silenziosa, io la immagino così. Ebbe molto dolore nella sua vita, ma visse a lungo e riuscì a proteggere sempre la sua gente.

  1. Che tipo di relazione c’è fra Matilde e Giorgia, la bambina protagonista della storia?

Nessuna. A parte il nome della nonna, Matilda appunto, e una frase ascoltata dalla televisione, “Andare a Canossa” che la incuriosisce. Giorgia costituisce solo la cornice, secondo la linea della collana “I gufi”.

  1. Cosa vorresti che suscitasse in un giovane lettore questo tuo libro?

Semplicemente l’amore per la lettura. Sono stata una bimba che leggeva tanto, ho divorato tutti i libri della biblioteca di quartiere e li ho ancora nel cuore, quei volumi. I bimbi hanno gran memoria, non si scordano mai più di un amico che ha tenuto loro compagnia. Anche se questo amico è un libro.

  1. Hai altri progetti per bambini-ragazzi?

Diciamo che ho altri libri, come si dice, nel cassetto. Un progetto per l’ambiente scritto insieme a un’altra autrice e il romanzo “Il mistero del tangram” che per tante vicende è ancora lì, rintanato, che aspetta.

  1. C’è qualcosa che vorresti dire, sul libro o su di te, che non ti ho chiesto?

Insieme a questo libro è uscito anche un romanzo storico, sempre su Matilda, visto che quest’anno ricorre il nono centenario dalla morte. Si intitola “Ritorno a Canossa”, un personale omaggio alla mia Matilda. Riguardo al libro “Matilda e le cento chiese”? Ringrazio Serena Busiello che ha fatto delle bellissime illustrazioni.

Grazie Laura e buona fortuna per i tuoi progetti.

Laura C

Per sapere qualcosa di più su Laura Corsini e restare in contatto con lei:


http://www.sololibri.net/_Laura-Corsini-scrittrice_.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...