Agnes, progetto di un romanzo breve

Tempo fa ho iniziato a scrivere una storia con protagonista Agnes, una donna anziana, buttando giù le prime due o tre pagine e abbozzando un possibile svolgimento della trama, in modo molto sintetico.

Quando poi ho scritto quello che considero il cuore de “La grande menzogna” ho citato, fra i romanzi di cui si parla, la vicenda che avevo immaginato per Agnes, una vicenda che continuava ad intrigarmi.

Nizza 3730

Da qualche settimana, dopo aver pubblicato “La grande menzogna“, ho provato la necessità di riprendere in mano “Agnes” e di finire la sua storia, o, meglio, di scriverla, dalla terza pagina in poi.

Dando voce alla protagonista, che parla in prima persona al presente, ho scoperto molte cose sul suo passato, cose che nei vecchi appunti (una mezza pagina scarsa) non c’erano, e accompagnandola nella sua ricerca (anche questa è la storia di una ricerca, del resto la vita non è forse una continua ricerca?), ho incontrato con lei molti personaggi che anni fa non avevano dato alcun segno di esistere.

Insomma, questo romanzo breve, benché segua la traccia che avevo dato al vecchio racconto, è stato per me una totale scoperta: come in fondo sarà per Agnes, anche per me la meta è il viaggio stesso. Ed è questo uno degli aspetti più affascinanti della scrittura: veder nascere sotto le mie dita scene, personaggi e ricordi di cui non sapevo nulla fino al momento in cui ne leggo sullo schermo del computer o su un foglio di carta.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...