SCRITTURA CREATIVA: il finale di una storia

Il finale di una storia… fondamentale per chi scrive e soprattutto per chi legge…

Antonella Sacco

Com’è noto una storia (racconto, romanzo o film che sia) si compone di tre parti: inizio, sviluppo e finale. Il nome di ciascuna di esse indica con chiarezza di cosa si tratta, quindi ritengo superfluo spiegarlo.

In questo post voglio proporre alcune riflessioni sulla terza parte, il finale, che trovo, come autrice, la più difficile delle tre.

fogli e libri

Il finale è quello che dà, secondo me, il valore all’intera storia o, comunque, se scadente, è in grado di rovinare una narrazione ben condotta fino a quel momento. Quante volte infatti una trama ricca di colpi di scena viene svilita da un epilogo inconsistente, inconcludente o banale? Raccontare una storia avvincente è relativamente facile, quello che distingue un narratore di razza da uno qualsiasi è la capacità di tirare tutti i fili in un modo che risulti coerente con la trama e con la psicologia dei personaggi, ma anche inaspettato

View original post 346 altre parole

Annunci

2 pensieri su “SCRITTURA CREATIVA: il finale di una storia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...