Il libro dell’inquietudine, Fernando Pessoa #2



cover Libro Inquietudine

 

Non dormo mai: vivo e sogno, o meglio, sogno da sveglio e nel sonno, che è anch’esso vita. Non c’è interruzione nella mia coscienza: sento ciò che mi circonda, se non dormo ancora, o se non dormo bene; comincio subito a sognare appena mi addormento. In tal modo io sono un perpetuo srotolarsi di immagini, connesse o sconnesse, che fingono sempre di essere esterne, alcune collocate fra gli uomini e la luce se sono sveglio, altre collocate fra i fantasmi e l’oscurità che si vede, se sto dormendo. Non so proprio come distinguere una cosa dall’altra, non potrei affermare se dormo quando sono sveglio, o se sono sveglio quando dormo.

La vita è un gomitolo che qualcuno ha aggrovigliato. Essa ha un senso se è srotolata e disposta in linea retta, o ben arrotolata. Ma, così com’è, è un problema senza nucleo, un avvolgersi senza un dove attorno a cui avvolgersi.

 

(brani tratti dall’edizione Feltrinelli, traduzione di Maria José de Lancastre e Antonio Tabucchi)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...