Riflessione #1

Antonella Sacco

Stamani (17 aprile) una frase udita alla radio, durante la trasmissione Pagina 3, mi ha fornito lo spunto per una riflessione, che sarebbe molto complessa. Dato che mi sembra un argomento interessante, voglio lo stesso annotarla, sia pure in modo molto sintetico.

Il conduttore della trasmissione ha letto un breve estratto riguardante la biografia di una scrittrice, in cui lei racconta del suo rapporto intimo con un altro intellettuale; il commentatore ha osservato di non essere attratto dal racconto di vicende tanto personali e private (in questo sono d’accordo con lui, di solito le autobiografie non mi piacciono e non le leggo) e ha aggiunto di conoscere l’intellettuale in questione abbastanza bene attraverso la lettura dei suoi libri.

Non sono sicura del significato da dare a questa frase, sul momento ho pensato che volesse dire che dai libri è possibile conoscere l’uomo e non serve altro. Adesso, mentre scrivo, mi…

View original post 166 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...