Giovanni Papini, Firenze, Ponte Vecchio

Graffiante Papini.

territori del '900

Firenze - Ponte Vecchio - 2015 - 07 - 09 - DSCF0119 Firenze – Ponte Vecchio

Se torno a casa dal Ponte Vecchio – di sera – mi par d’entare a un tratto in una scorciatoia che meni al paradiso. (Del paradiso, almeno, come se lo figurano le ragazze dell’Impruneta e le spose di Sancasciano). Da tutte e due le parti gli ori e gli argenti covati dalle perettine elettriche rischiarano il mio cammino coi loro fulgori d’occasione. I raggi solari dell’oro e i riflessi ghiacciati dell’argento feriscono rapidamente i vetri delle automobili, gli occhi dei forestieri, i campanelli delle biciclette, le stelle dei soldati. Un incrocio di luci, una zuffa di scintille, una gara di splendori occupa e riempe lo stretto corridodio di fuoco vivo e morto. Gli orefici, in fondo alle botteghine vuote, di nanzi a’ banchi verdi, seggono calmi e beati come se quella ricchezza fosse lì per il loro piacere. Anche il lastrico sembra più prezioso che nell’altre…

View original post 123 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...