2015: i libri ed ebook che mi sono piaciuti di più

x post top list 2015 con testo

La mia top list dei libri che mi sono piaciuti di più fra quelli che ho letto nel 2015, in ordine alfabetico di autore.

Ray Bradbury * L’estate incantata

Beppe Fenoglio * Una questione privata

Andrè Gide * I falsari (vedi anche I falsari, citazioni)

Corrado Sobrero * Il canto della balena

Anche quest’anno ho letto molti ebook, la maggior parte dei quali di autori self; quasi tutti erano di buona qualità, qui sotto elenco, in ordine sparso, quelli che mi sono sembrati migliori o più interessanti.

Noemi Gastaldi * Il canto delle forze ancestrali (Oltre i confini vol. 3)

Flaminia Mancinelli * Omicidi all’ombra del Vaticano

Wirton Arvel * Vagabondando fra le stelle

Wally G. Fin * Cinque anni in Australia

Mario Pacchiarotti * Teutovirus

Dominique Valton * Il quaderno di Didine

Sergio Bertoni * La crisi delle certezze e dei canoni comportamentali in: “CANDIDA” di George Bernard Shaw

L’autrice self di cui ho letto più romanzi è Marialuisa Moro, che ha al suo attivo diversi thriller e noir di ottima qualità.


Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 30 dicembre

Questo post lo ribloggo soprattutto per la poesia di Kipling, che mi è sempre piaciuta molto

Antonella Sacco

Rudyard Kipling

(1865 – 1936), scrittore britannico.
Di lui ho letto “I libri della giungla” e da bambina una riduzione di “Kim”. Famosa e bella la sua poesia “If”, che riporto qui sotto.

IF

If you can keep your head when all about you
Are losing theirs and blaming it on you;
If you can trust yourself when all men doubt you,
But make allowance for their doubting too:
If you can wait and not be tired by waiting,
Or being lied about, don’t deal in lies,
Or being hated, don’t give way to hating,
And yet don’t look too good, nor talk too wise;

If you can dream—and not make dreams your master;
If you can think—and not make thoughts your aim,
If you can meet with Triumph and Disaster
And treat those two impostors just the same:
If you can bear to hear the truth you’ve…

View original post 512 altre parole

Trend di incremento nel numero degli ebook pubblicati (al 29 Dicembre 2015)

Dopo la rilevazione dei numeri al 30 Settembre ecco quella al 29 Dicembre 2015.

Dal confronto del numero degli ebook in vendita sullo store amazon.it fra queste due date si rileva che il numero degli ebook in lingua italiana è aumentato, complessivamente, di una percentuale di oltre il 7%, mentre nel trimestre luglio-settembre era intorno al 4,5%. Le categorie in cui l’aumento è più rilevante sono Fumetti e manga e Storia.

Anche stavolta ho rilevato il numero degli ebook per le consuete “sotto categorie”: Letteratura e narrativa; Libri per bambini e ragazzi; Fantascienza, Horror e fantasy. Ricordo che, per effetto dell’inserimento di un ebook in più categorie, la somma degli ebook di una sotto categoria è maggiore del numero degli ebook della categoria.

Tra le “sotto categorie” gli incrementi percentuali più alti sono (nell’ordine) per Narrativa religiosa e spirituale , Fumetti e manga, Fantascienza,

La prossima rilevazione sarà alla fine del mese di Marzo 2016, ma pubblicherò anche un post con il confronto tra i dati di fine dicembre 2014 e quelli di fine dicembre 2015.

numero ebook TOT dic 2015

numero ebook lett dic 2015

numero ebook fant dic 2015

numero ebook raga dic 2015

Su Via col vento e L’idiota

In questi giorni ho rivisto alla televisione Via col vento (abbastanza distrattamente, dato che lo conosco a memoria) e ho realizzato che da un po’ di tempo trovo che il personaggio più rilevante della storia non sia Rossella e non sia nemmeno Rhett, ma Melania.

Melania, con la sua bontà e fiducia nelle persone, eccessiva, forse, ma nello stesso tempo consolante e incoraggiante e, in realtà, mai ingenua, perchè sempre consapevole. Una donna capace di comprendere profondamente gli altri e di riconoscere l’ipocrisia delle convenzioni. Sì, decisamente un personaggio che illumina la scena.

Mi ricorda anche molto un altro grande buono della letteratura, il principe Myškin, protagonista de L’idiota di Dostoevskij. Anche in questo caso la bontà del personaggio rasenta l’eccesso e forse lo supera, ma è, a mio parere, di una bellezza incredibile.

Forse a a qualcuno l’accostamento di Melania e Myškin sembrerà fuori luogo, ma secondo me hanno diversi punti in comune (e, certo anche parecchie differenze).

A voi vengono in mente altri personaggi altrettanto buoni?