Pubblicato in: Citazioni, Libri, Riflessioni

Il diavolo e il buon dio, J. P. Sartre

Da giovane (intendendo con questo fra i sedici e i diciotto anni, una vita fa) ho letto quasi tutte le opere di narrativa e teatrali di Sartre. Di alcune ho visto anche le rappresentazioni teatrali.

Andando a memoria, in due parole la trama de Il diavolo e il buon dio è questa: un feroce condottiero decide di cambiare vita e fare solo del bene: però le azioni che compie per comportarsi con bontà e generosità mettono in pericolo le persone che dipendono da lui e allora si vede costretto a riprendere le armi.

La sintesi è sostanzialmente in questa frase, una battuta del condottiero (Goetz, mi pare questo il nome):

 

Il mondo è iniquità: se lo accetti ne sei complice, se lo cambi ne diventi il boia.

 

Questa frase mi ha colpita molto e ritengo che sia sostanzialmente vera, dev’essere per questo che la ricordo molto bene anche a distanza di anni. (L’ho citata anche in uno dei miei romanzi, Piangere non serve, in un momento della storia in cui la protagonista deve prendere una decisione)

11 pensieri riguardo “Il diavolo e il buon dio, J. P. Sartre

      1. Si ! mettersi da parte è come accettare…anche se non si condivide; prendere una “posizione”, “sporcarsi le mani”, è “vivere” ! Hoederer aveva le “mani sporche” perché aveva “deciso” ! ed Hugo…ne restò affascinato…

        Piace a 1 persona

      2. Commento banale. Probabilmente io sono come la civetta, animale simbolo dei filosofi, osservo e basta, tanta non serve niente il vostro schizofrenico attivismo.

        "Mi piace"

  1. …Se ci si pone con maggiore serietà e senso critico, nonché rispetto per le posizioni altrui, forse riusciremmo a costruire quella cosa…che si chiama “democrazia”. Cerchiamo, per il momento, di aprire il nostro sguardo al passato e lontano….torniamo in Grecia…anzi nell’Ellade….soffermiamoci a ricordare…Atene, simbolo della…filosofia….della sapienza…con lo sguardo intransigente di…Pallade Atena ! grazie, per l’attenzione, silvana

    Piace a 1 persona

  2. Direi che questa affermazione del personaggio di Sartre sottolinea soprattutto come sia impossibile non prendere posizione, in quanto anche non prenderla costituisce una scelta. Comunque sia qualunque azione o non-azione manifesta una scelta, quindi ci rende “complici o boia”.

    "Mi piace"

    1. Si ! è vero, se accetti questo stato di cose, l’ordine costituito, sei certamente complice (se non ricordo male anche Pasolini era della stessa opinione) e questo lo troviamo anche ne Le mani sporche…Ma, a proposito de Le mani sporche, se non ricordo male, lo stesso Sartre cambio posizione diverse volte nel corso della sua vita. Da giovane pare che stesse dalla parte di Hugo, nell’età matura si spostò, se non ricordo male, più dalla parte di Hoederer….O, mi viene in mente ora, non voleva forse dire che…la vita è una ricerca continua, che non si può fermare… grazie ! silvana telaro

      Piace a 1 persona

      1. Anche ne Il diavolo e il buon dio il protagonista cambia; da spietato condottiero diventa una sorta si santo, ma alla fine deve riprendere le armi per difendere la popolazione che si affida a lui (l’ho letto molto tempo fa). Quindi la scelta è comunque continua, dipende dagli eventi e da come cambiano le cose intorno e noi stessi.

        "Mi piace"

    2. …e, infatti Hugo ne “Le mani sporche”, prende posizione… porta la pistola alla tempia, e, prima di premere il grilletto, urla “NON RECUPERABILE ! ” Mi viene, ora, subito in mente Max Weber “Il lavoro intellettuale come professione” dove, se non ricordo male, lo stesso, mette in guardia chi svolge una professione per la quale c’è necessità di rimanere “distaccati” perchè l’analisi deve risultare obiettiva il più possibile (esempio, il “sociologo”, quando osserva e sperimenta la realtà sociale, deve necessariamente porsi, come dire, “sopra le parti”… affinché i risultati possano essere il più possibile, non voglio dire giusti ma aderenti alla realtà..) silvana telaro

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.