Due vocaboli insoliti

Ancora in Due uomini buoni, di Arturo Perez Reverte ho notato altri due termini che non credo di avere mai trovato prima nelle mie letture: il verbo appozzare e il sostantivo cànteri . Ecco la frase in cui compaiono:

Piove a cànteri sulla piazzetta. I tendoni sulle bancarelle s’imbarcano con l’acqua che si appozza e poi scorre via lungo le cuciture e i rammendi, o attraverso i buchi.

 

Anche se i significati di queste parole sono intuibili, ecco cosa dice in proposito il mio dizionario:

càntero: Canthărus bicchiere. Vaso per lo più di terra, usato pei bisogni corporali. / Càntaro / coppa (arcaico)

appozzare: immergere in un pozzo o, genericamente, in un liquido / ridurre a pozze (agricoltura).


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...