Impressioni di lettura: “Il magico potere del riordino” di Marie Kondo

ribloggo questa lunga e articolata “opinione di lettura” perché la trovo molto interessante.

Sotto l'ombra degli olmi

Parlarvi di questo libro è complicato. Se dovessi agire d’istinto potrei liquidarlo definendolo: “Come fare del proprio disagio un mestiere”. Una sintesi non molto lontana dalla verità, temo. Ma poiché vorrei che queste pagine, queste impressioni di lettura, siano utili a chi legge per capire se un libro fa al caso suo, o almeno per avere un barlume di intuizione su questo, allora mi prendo il tempo e lo spazio per spiegare per quale motivo considero questo come uno dei libri più inutili e meno piacevoli che io abbia letto in vita mia.

Sullo sfondo c’è un problema culturale. Io non sono giapponese e il mio carattere non è adatto ad apprezzare quella società, le sue norme e i suoi schemi sociali. Prendetelo come un dato di fatto. In questo rientra il fastidio che provo nel leggere consigli come quello di “parlare” con i propri oggetti e la casa (“buongiorno…

View original post 666 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...