Il club Dumas – Arturo Pérez Reverte

(titolo originale El club Dumas, trad Ilide Carmignani; pubblicato nel 1993)

Di Reverte ho letto altri due romanzi che mi sono piaciuti molto in particolare Due uomini buoni, ma questo mi ha un po’ delusa. Può darsi che non abbia capito tutte le implicazioni dotte ed esoteriche e quindi non sia stata in grado di apprezzarle, ad ogni modo, nonostante i continui riferimenti (la quasi immersione, si potrebbe dire) a I tre moschettieri (uno dei miei romanzi preferiti fin da quando ero bambina), la storia non mi ha trascinata e, secondo me, è un poco naufragata nel finale (ad eccezione della battuta nelle ultimissime righe).

La trama è relativamente semplice: Lucas Corso, un mercenario cercatore (e intenditore) di libri rari viene incaricato dal suo amico Da Ponte di verificare l’autenticità di un manoscritto che riporta un capitolo de I tre moschettieri (Il vino d’Angiò); un collezionista di libri antichi, Varo Borja, gli affida la missione di trovare gli altri due esemplari di un testo del Seicento (di cui lui ne ha uno) dal titolo Le nove porte, il cui autore, Aristide Torchia, era stato bruciato dall’inquisizione con l’accusa di aver stampato questo libro sotto dettatura di Lucifero.
Corso parte per un viaggio alla ricerca dei due libri e nello stesso tempo indaga sull’autenticità del presunto manoscritto di Dumas e sospetta un collegamento fra le due cose. Durante la sua ricerca incontra più volte una ragazza che da un certo momento in poi lo accompagna; viene inseguito da un uomo con la cicatrice (Roquefort) e si ritrova in situazioni analoghe a quelle descritte da Dumas ne I tre moschettieri. Non mancano i cadaveri.

L’intreccio è complesso e interessante, Corso è un bel personaggio, una sorta di antieroe e intrigante la ragazza che si unisce a lui e il rapporto che si crea fra loro. Come dicevo, però, il finale non mi è sembrato all’altezza del racconto (cosa che spesso accade) e, tutto sommato, perfino un po’ banale.

È comunque un romanzo particolare che non mi dispiace affatto aver letto, anche se mi aspettavo di più.

 

Annunci

Un pensiero su “Il club Dumas – Arturo Pérez Reverte

  1. Pingback: Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 24 novembre | Antonella Sacco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...