Le parole la notte – Francesco Biamonti

Questo romanzo, pur raccontando una storia, o, meglio, parti di più storie che si intrecciano, è soprattutto una riflessione sul tempo presente (riferito al 1998, anno in cui il romanzo è uscito, ma, direi, ancora attuale).

Il protagonista è Leonardo, la narrazione è in terza persona, molti sono i pensieri di Leonardo che l’attraversano. Le vicende si svolgono in Liguria, vicino al confine francese, in piccoli paesi di montagna. I personaggi si muovono calmi, non hanno mai fretta, eppure cose succedono, ci sono morti e amanti, immigrati clandestini passano da quei territori durante la notte per varcare il confine, a volte si uccidono fra loro.

cover Biamonti

Per me si tratta di un racconto sostanzialmente malinconico e quasi rassegnato, rassegnato all’ineluttabilità degli avvenimenti, di com’è l’uomo e come riesce a rovinare tutto.

I brani che seguono, secondo me, illustrano la mia tesi.

Leonardo ogni tanto guardava fuori; gli occhi tardavano ad ammettere il buio: sul mare, dov’era morto il sole, si raccoglieva ancora un po’ di crepuscolo. O era illusione? L’Esterel dal lungo profilo si stellava sopra quel punto.

 

Troppi giovani insieme apportavano un senso di disperazione. Chissà perché! Trionfo animalesco del numero. O forse per quell’aria tronfia e vuota, da usurpatori. Ma usurpatori di che? Avevano l’aria di volere un mondo che non valeva più la pena di essere conteso.

 

«Sapete cosa arrivo a dirvi?» Ecco che Corbières interveniva ancora: «Questo mondo va lasciato andare in rovine, oppure va difeso senza che nessuno se ne accorga, in gran segreto.»

 

Nonostante la sua essenzialità ho trovato il linguaggio molto poetico; i personaggi sono interessanti e si stagliano dalle pagine, vivi, per quanto dipinti ciascuno con poche pennellate.

Un bel romanzo, di cui ho apprezzato molto la scrittura, come si sarà capito. Una bella esperienza di lettura.

Altre citazioni qui.

Annunci

Un pensiero su “Le parole la notte – Francesco Biamonti

  1. Pingback: 2016: i libri ed ebook che mi sono piaciuti di più | Antonella Sacco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...