Empire – Clifford Donald Simak

(pubblicato nel 1951)

cover empire

Premetto che ho letto il testo in inglese e forse questo può aver alterato la mia percezione del racconto.
Ho trovato la vicenda non troppo credibile, ho avuto l’impressione che Simak volesse sottolineare più che altro certi aspetti politico-sociali, ovvero mettere a confronto i due tipi di potere, la dittatura (economica e paternalistica) e l’insieme di governi popolari, ciascuno con un leader scelto democraticamente e, per questo, abbia trascurato un po’ la credibilità della trama.
Mi sembra anche che si tratti di un testo minore di questo grande autore di fantascienza.
La trama è molto semplice. Siamo in un futuro in cui l’umanità ha raggiunto la possibilità di vivere sui vari pianeti e satelliti del Sistema Solare e/o di sfruttare le materie prime e le risorse che vi si trovano. Un industriale, Chambers, ha il monopolio degli “accumulatori” di energia, necessari per alimentare ogni tipo di macchina, comprese quelle che creano le condizioni adatte alla vita umana sui vari mondi del Sistema Solare. L’intento di Chambers è quello di sviluppare una dittatura paternalistica, grazie al monopolio degli accumulatori ed è vicino al raggiungimento del suo scopo, in quanto solo in alcune parti del Sistema Solare devono ancora essere effettuate delle votazioni per accettare o meno il suo governo, votazioni che tramite il potere (economico e di polizia) di cui già dispone dovrebbero avere un esito scontato.

Prima che questo avvenga, però, uno scienziato che non lavora per Chambers, Russel Page scopre durante i suoi studi la possibilità di ricavare energia dalla materia: questa scoperta può rendere inutili gli accumulatori di energia perché si può ricavare dovunque e a costi praticamente nulli. Russel informa l’amico Greg Manning, scienziato oltre che esploratore e ricco uomo d’affari e, insieme, i due approfondiscono le possibilità aperte dalla scoperta di Russel; una delle applicazioni è la possibilità di viaggiare a una velocità molte volte maggiore di quella della luce. La loro idea è quella di distribuire a tutti, gratuitamente, questo nuovo modo di ricavare energia, in modo da sottrarre le varie popolazioni al potere di Chambers e consentire loro di avere un governo scelto democraticamente.
I due amici iniziano quindi una sorta di guerra contro Chambers, che si avvale dell’aiuto di un altro scienziato e di una sorta di mercenario a cui si affida sempre quando gli serve qualcuno che si “sporchi le mani”. La lotta procede con fasi alterne ed evito di raccontare i dettagli e il finale.

È da questo punto in poi, soprattutto, che ho trovato il romanzo un po’ deludente: la narrazione mi è parsa ripetitiva e, come dicevo all’inizio, poco credibile il comportamento di Manning che, pur essendo una persona intelligente e accorta, pecca più volte di ingenuità (non immaginando cioè le possibili mosse dell’avversario, mosse che a me lettrice sembravano ovvie) concedendo così a Chambers dei vantaggi. Sono comunque interessanti l’ambientazione e il modo immaginato per l’utilizzo dell’energia in questa battaglia fra scienziati.

La sinossi su Amazon

In a future time, the solar system is powered by one energy source, controlled by one huge organisation, which has plans to use this control to dominate the planets. Unknown to them, a couple of maverick scientists accidentally develop a completely new form of energy supply and threaten the corporation’s monopoly. Naturally, the corporation can’t allow this to happen… A stunning story about the manipulation of pure energy, climaxing in interstellar conflict.

In un tempo futuro il Sistema Solare è alimentato da una fonte di energia, controllata da un’organizzazione che progetta di usare questo controllo per dominare i pianeti. A insaputa dell’organizzazione una coppia di scienziati indipendenti e originali sviluppa una forma di energia completamente nuova e minaccia il monopolio della corporazione. Naturalmente la corporazione non può permettere che questo avvenga… Una sorprendente storia sulla manipolazione dell’energia, che culmina in un conflitto interstellare.

L’autore

(da Wikipedia) Clifford Donald Simak (Millville, 3 agosto 1904  Minneapolis, 25 aprile 1988) è stato uno scrittore, giornalista e autore di fantascienza statunitense. Ha vinto vari prestigiosi premi.

Tra i suoi romanzi più famosi City e L’anello intorno al sole.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...