Come (non) promuovere un ebook self #3

Ecco qualche altra annotazione riguardo alla promozione degli ebook mediante i social network.

Consiglio numero 3 – eventi su FB

Creare un evento e invitare amici che magari invitano alcuni loro amici può essere un modo per annunciare la pubblicazione di un nuovo ebook oppure una promozione (ebook scontato o addirittura gratis per qualche giorno). Può dare qualche risultato, secondo me, vista la natura temporale della cosaebook-testo-grande. Naturalmente anche in questo caso il rumore che l’evento può suscitare è legato al genere della storia, al numeri di contatti che si riesce a rendere “partecipanti” e al materiale che si pubblica “sull’evento” per destare interesse (quindi più si è bravi in questo meglio è – voi siete bravi? io no).

Esperienza personale: se non sbaglio ho creato un evento solo in occasione della pubblicazione de La grande menzogna;forse ha funzionato un poco, ma non posso esserne certa; ad ogni modo nei primi mesi qualche copia dell’ebook è stata scaricata.

Dopo questo non ho creato altri eventi perché mi pareva di essere invadente a inviare inviti… ma forse lo farò di nuovo, prima o poi.

Consiglio numero 4 – spam

Okay, questo è un vocabolo terribile, che evoca pubblicità odiose e invadenti. (Qualcuno ne fa molto, a raffica, vedo, ma non so che ritorno abbia in termini di vendite.)

Quello che intendo è però uno “spam oculato”, ovvero qualcosa di garbato, non ripetitivo, non quotidiano eccetera. Una citazione o una descrizione o una recensione, insomma qualcosa che parla del libro e che accompagna il link all’acquisto. Del resto ogni tanto ricordare qua e là che si è pubblicato qualcosa si può, no? Se non si dice in giro, come fanno gli altri a saperlo? Basta non essere soffocanti e importuni.ebook x post su promo

Esperienza personale: mi sembra che serva a poco, sia per quanto riguarda Facebook che Twitter. Per quello che ho visto non trovo alcuna relazione tra le poche vendite e i post e/o i tweet pubblicitari che pubblico.

La sola eccezione è relativa ai giorni in cui rendo disponibile uno dei miei ebook gratis: in questi casi lo spam fa sì che vengano scaricate abbastanza copie (non sempre, comunque, dipende anche dall’ebook).

Consiglio numero 5 – post interessanti o polemici sui social, non relativi agli ebook; foto e/o link interessanti

Questo suggerimento mi sembra analogo a quello di tenere un blog per costruirsi un brand. Immagino che possa avere un senso per chi ha migliaia di follower e/o amici virtuali. Ci si può chiedere come fare per conquistarne tanti, ma, come si dice, questo è un altro film. In alcuni post particolarmente critici o polemici nei confronti di libri o autori o altro riscuotono una discreta attenzione, sia da parte di chi è d’accordo che da parte di chi è contrario: può darsi che le discussioni così innescate portino qualche ritorno all’autore (del post e di ebook), ma non ho modo di saperlo.

Esperienza personale: pubblico poche cose che non siano inerenti gli ebook (in questo caso sostanzialmente citazioni sulla pagina relativa) o il blog (idem); e comunque solo link o foto che mi interessano o divertono sul momento, senza alcun secondo fine (mi sembra già abbastanza l’atto narcisistico di “postare”). Ovviamente non credo proprio che dal punto di vista del brand mi serva a qualcosa.

Vi sembra che ci siano altri modi di promuovere gli ebook mediante i social?

 

Annunci

11 pensieri su “Come (non) promuovere un ebook self #3

  1. Il problema è che un numero enorme di autori self ha grandissime ricette su quel che bisognerebbe fare ma è assolutamente incapace di metterle in pratica. Il bello è che si aspetta tutti lo facciano con lui.
    Personalmente come autore self e blogger ho smesso da tempo di seguire ricette che altro non sono che una sterile, trita e ritrita riproposizione di consigli a blogger che avevano un senso nella blogosfera di un cinque, sei anni fa.
    Inoltre… il panorama assolutamente deludente per i lettori, costretti a doversi barcamenare tra porcherie vere e proprie e qualche buon lavoro, non aiuta chi voglia emergere. Per dire… con il panorama generale delle recensioni pagate e degli scambi e mercimoni… ad una recensione positiva di chi che sia… chi ci crede più?

    Liked by 1 persona

    • Infatti, quello che mi sono proposta è semplecemente esaminare, secondo la mia esperienza triennale, i vari suggerimenti che, in realtà, non mi sembra siano molto di aiuto.
      Però dei buoni testi li ho trovati, anzi per ora sono riuscita a scansare lavori scritti male (a parte alcune cose scaricate quando erano gratis) quindi da questo punto di vista mi ritengo fortunata. 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Credo che costruirsi un brand, sia un processo lungo, se si vuole rendere una sensazione di professionalità, ma, alla lunga, paghi.
    Nel mio caso, mi hai raggunto attraverso il blog, lo stesso vale per chi mi ha preceduto negli interventi, Vittorio e Domenico: leggere i vostri articoli ha conseguito che cercassi i vostri libri.
    Ok, sono un individuo, ma si deve riuscire a raggiungere più lettori.
    Si potrebbe anche studiare un modo per collegare i blog tra di loro, in questo modo se ne amplificherebbe la portata …
    Buona giornata

    Liked by 1 persona

    • Sì, senz’altro occorre del tempo. Però non sono sicura che serva davvero. Molti self di successo, come dicevo nel post #1 non hanno nemmeno un blog… Anche sulla cosa di collegare i blog ho qualche dubbio sui possibili risultati; molti fanno i blog tour ma non mi pare che servano a molto. Forse ci vorrebbe una formula originale, per creare interesse.

      Liked by 1 persona

      • Ovviamente il successo è abbinato alle conoscenze che si hanno.
        Quando non si conosce nessuno di importante, si passa dalla cosiddetta gavetta.
        E’ in questi casi cache il tempo, la pazienza, la determinazione, sono di aiuto.
        Credo che un blog possa essere uno strumento molto efficace: consente di interagire coi sociale e con altri blogger. Sono fondamentali i contenuti, questo fa la differenza e consente alla qualità di farsi valere.
        A presto.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...