Pubblicato in: Libri, Scrittura

Punto di vista – POV #2

Se una notte d’inverno un viaggiatore – Italo Calvino

Questo romanzo alterna una narrazione al presente a incipit di possibili romanzi; la narrazione al presente è in seconda persona singolare, Calvino si rivolge al Lettore; i brani dei romanzi sono scritti in prima persona.cover Se una notte
A suo tempo, dopo aver letto le prime pagine di questo libro su un’antologia, ne fui conquistata al punto da comprarlo subito. Mi sembrava che Calvino si rivolgesse proprio a me, quello che aveva scritto somigliava in modo impressionante ai miei pensieri…Come si può non raccogliere l’invito o la sfida dello scrittore che ti dice così?

Stai per cominciare a leggere il nuovo romanzo Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino. Rilassati. Raccogliti. Allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circonda sfumi nell’indistinto. La porta è meglio chiuderla; di là c’è sempre la televisione accesa.

L’effetto Susan – Peter Høeg

(titolo originale Effekten cover-effetto-susan-okaf Susan– trad. Bruno Berni – pubblicato nel 2016)
Il romanzo è interamente raccontato in prima persona al presente dalla protagonista, Susan, e al passato quando Susan ricorda eventi passati.

Orgoglio e pregiudizio – Jane Austen cover Orgoglio e pregiudizio

(titolo originale Pride and prejudice – trad. Giulio Caprin)
Come per i romanzi dell’Ottocento anche questo è scritto in terza persona al passato, da un narratore onnisciente. Riporto qualche riga dalla prima pagina. È subito evidente il tono un po’ ironico.

«Mio caro Bennet» gli disse un giorno la sua signora «hai sentito che Netherfield Park è stato finalmente affittato?»
Il signor Bennet rispose che non lo sapeva.
«Eppure sì» replicò lei «la signora Long è stata qui in questo momento e mi ha detto tutto.»
Il signor Bennet non rispose.

Pubblicato in: Da altri Blog

Marcela Serrano

Un nuovo interessante blog che parla di libri e letture, Libricitygroup, a cui anch’io collaboro con qualche articolo.
Questo è il mio primo articolo.

Libricity Group

Marcela Serrano è nata a Santiago del Cile nel 1951 ed è una delle più importanti scrittrici sudamericane. Si è sempre impegnata per la realtà politica del suo paese e sostiene le rivendicazioni femministe, temi, entrambi, che si ritrovano costantemente nei suoi romanzi.

I suoi libri (la prima data è riferita alla pubblicazione originaria e l’altra alla prima in Italia):

Noi che ci vogliamo così bene (1991 – 1996)
Il tempo di Blanca (1993 – 1998)
Antigua, vita mia (1995 – 2000)
L’albergo delle donne tristi (1997 – 1999)
Nostra signora della solitudine (1999 – 2001)
Quel che c’è nel mio cuore (2001 – 2002)
Arrivederci piccole donne (2004 – 2004)
I quaderni del pianto (2007)
Dieci donne (2011)
Adorata nemica mia (2013)
Il giardino di Amelia (2016)

Ho scoperto Marcela Serrano grazie al consiglio di una collega, diversi anni fa. Il romanzo che mi era stato suggerito era “Il…

View original post 484 altre parole

Pubblicato in: Citazioni, Libri

Il libro dell’inquietudine, Fernando Pessoa #22

La libertà è la possibilità dell’isolamento. Sei libero se puoi allontanarti dagli uomini senza che ti obblighi a cercarli il bisogno di denaro, o il bisogno gregario, o l’amore, o la gloria, o la curiosità, che non si addicono al silenzio e alla solitudine. Se è impossibile per te vivere solo, sei nato schiavo.

20170103_152700blog


Pubblicato in: Libri

Maison Rouge – Pasquale Capraro * segnalazione

Segnalo l’uscita di questo romanzo edito da Astro Edizioni nella collana E-sordisco.

cover maison rouge

Sinossi

Nella Parigi di fine Ottocento, in pieno clima bohémien, Amélie, una ragazza di campagna, giunge in città dopo essere stata notata da Madame Claire, durante una permanenza in Provenza.

Colpita dalla sua avvenenza, la donna le propone di trasferirsi a Parigi come domestica. Lì la giovane scopre che la signora è anche tenutaria della “Maison Rouge”, un bordello di lusso. Nel giorno del suo diciottesimo compleanno, la maîtresse Madame Claire la introduce nella maison e la fanciulla conosce Gilbert, un affascinante borghese. Tra i due nasce l’amore, ma le convenzioni sociali del tempo e la differenza di ceto impediscono agli innamorati di vivere la loro storia. Il destino da cortigiana di Amélie l’attende…

Il romanzo è uscito il 10 Marzo 2017 e si può trovare in formato ebook (1,99 €)


Pubblicato in: Riflessioni

Coincidenze “fisiche” del 20 marzo

In questo giorno c’è stata una sorta di passaggio di consegne ideale o, almeno, così mi piace pensare.20170122_160938 blog

 

Il 20 marzo 1727 morì Isaac Newton, grande fisico e matematico, cui si deve fra le altre cose la legge sulla gravitazione universale, le leggi del moto che sono i fondamenti della meccanica classica e il calcolo differenziale.

 

Il 20 marzo 1916 Albert Einstein pubblicò sulla rivista “Annali di Fisica” la sua Teoria generale della relatività e la famosa relazione E = mc2, teoria che rivoluziona la meccanica classica e non solo.

 

 

 

Pubblicato in: Da altri Blog

Politica estera femminista

Altro articolo molto interessante

Lunanuvola's Blog

(“Why a Feminist Foreign Policy Is Needed More Than Ever”, di Margot Wallström – in immagine – Ministra degli Esteri della Svezia, IPS – 7 marzo 2017. Trad. Maria G. Di Rienzo.)

margot wallstrom

Ultimamente, il mondo ha la tendenza a presentarsi in sfumature sempre più cupe. In molti luoghi la democrazia è messa in questione, i diritti delle donne sono minacciati e il sistema multilaterale che ci sono voluti decenni a costruire è indebolito.

Nessuna società è immune da contraccolpi, specialmente non in relazione al genere. C’è continuo bisogno di vigilanza e di persistente pressione affinché donne e bambine godano pienamente dei diritti umani.

Questo è il motivo per cui io, quando ho assunto la carica di Ministra degli Esteri oltre due anni fa, ho annunciato che la Svezia avrebbe seguito una politica estera femminista. Oggi, quella politica è più necessaria che mai.

Il mondo è lacerato da conflitti che sono…

View original post 699 altre parole

Pubblicato in: Libri

Talitakum (#Creed2) – Keihra Palevi * impressioni di lettura

Talitakum” è la seconda parte del romanzo Creed. Il significato di questa parola viene spiegato dalla protagonista:

Talità kum. So cosa significa perché ogni tanto me la dice Dania quando mi vede con il pensiero che vola. Risvegliati, fanciulla. Rialzati.

cover Creed2

Ed è quello, infatti, che lei cerca di fare: superare le difficoltà e i dolori, vecchi e nuovi, e andare avanti. La giovane Nicole conosce altre persone e affronta nuove situazioni: matura e le sue scelte diventano sempre più consapevoli.

Talitakum” riserva al lettore un susseguirsi di colpi di scena e offre, attraverso questi, la spiegazione di quanto era rimasto in sospeso nella prima parte. La promessa fatta dall’autrice nella sinossi viene assolutamente mantenuta.

Per me è una bella storia, avvincente e dalla trama per niente scontata. Mi è piaciuta anche più della prima parte, anche se avrei preferito che i capitoli finali raccontassero qualche dettaglio in più.