Un segreto non è per sempre – Alessia Gazzola * impressioni di lettura

(Romanzo pubblicato nel 2012)

Ho letto di questa autrice sia il romanzo d’esordio, L’allieva, che il breve Sindrome da cuore in sospeso.

Non mi avevano entusiasmata ma quando ho visto questo volume sullo scaffale della biblioteca mi sono comunque lasciata tentare.

cover Gazzola un segreto

Il romanzo mi è piaciuto abbastanza, forse anche perché parla di scrittori: fra quelli di successo e gli aspiranti ce ne sono ben quattro (ne il mio La grande menzogna arrivo solo a tre…).

La parte gialla è intrigante quanto basta e a contorno ci sono le vicende, sentimentali e non, della protagonista, Alice Allevi.

Un famoso scrittore muore, apparentemente suicida. Pochi giorni prima tre su quattro dei suoi figli hanno richiesto una perizia per dichiararlo incapace di intendere e di volere. Così hanno inizio le indagini dell’ispettore Calligaris, che si fa aiutare volentieri da Alice e i due scoprono via via diversi segreti che riguardano la vita della vittima e che suggeriscono di volta in volta un possibile colpevole.

Alice stessa racconta la storia in prima persona, come negli altri romanzi che la vedono come protagonista.

E, come sempre, si considera imbranata e sfortunata e questo, a mio parere, lo sottolinea un po’ troppo spesso, anche perché, in realtà, non se la cava tanto male né come specializzanda in Medicina Legale né come investigatrice.

I capitoli sono piuttosto brevi e hanno come titolo anche citazioni, sia di scrittori esistenti che di quelli che sono personaggi del libro.

 

Annunci