Pubblicato in: Musica

Risurrezione – Franco Alfano, Cesare Hanau

Stasera sono stata a vedere Risurrezione, al Teatro del Maggio di Firenze. Si tratta di un’opera lirica di Franco Alfano (Napoli 8 marzo 1875, Sanremo 27 ottobre 1954), compositore noto anche per aver completato il finale della Turandot di Giacomo Puccini.

Il libretto, il cui autore è Cesare Hanau, è tratto dal romanzo Resurrezione di Lev Tolstoj, che questi scrisse dal 1889 al 1899. L’opera è stata rappresentata per la prima volta il 30 novembre 1904 al teatro Vittorio Emanuele di Torino ed ebbe successo, un successo che durò per circa cinquant’anni.

La trama

Primo atto
La giovane Katiusha è la dama di compagnia di Sofia Ivanovna, zia del principe Dimitri. Dimitri è un militare e in una breve licenza, nella notte di Pasqua, seduce Katiusha, da tempo innamorata di lui. Il giorno successivo riparte per il fronte.

Secondo atto
Sei mesi dopo
La ragazza è rimasta incinta ed è stata scacciata dalla casa in cui viveva. Si reca alla stazione ad aspettare l’arrivo di Dimitri che, di nuovo in visita alla zia, deve prendere il treno per tornare all’esercito. Katiusha però riesce solo a vederlo, insieme a una donna, e non fa in tempo a chiamarlo, perché lui sale sul treno che parte.

Terzo atto
Dieci anni dopo
Il bambino è morto appena nato e Katiusha per vivere è diventata una prostituta. È in prigione perché è stata condannata a vent’anni di lavori forzati in Siberia – innocente – per l’avvelenamento di un cliente. Il principe Dimitri, che casualmente è stato membro della giuria del processo celebrato contro Katiusha, l’ha riconosciuta. Rendendosi conto che la caduta della ragazza, da lui dimenticata fino a quel momento, è stata causata dal suo atto di tanti anni prima, si sente in colpa e vorrebbe aiutarla. Va a trovarla e le propone di sposarla ma lei rifiuta.

Quarto atto
Un anno dopo, in Siberia
Un compagno di prigione, Simonson, è innamorato di Katiusha e vorrebbe sposarla. Lo confida al principe Dimitri che ha seguito la donna in Siberia ed è riuscito a ottenere per lei la grazia. Dimitri dice a Simonson che Katiusha è libera di decidere cosa vuole fare. Lei, in un ultimo colloquio con il principe, gli dice che sposerà Simonson; poi gli rivela che lo ama ancora e lo amerà sempre ma che non si devono sposare; Dimitri accetta la sua decisione. In questa rinuncia c’è la resurrezione di Katiusha.

Non conoscevo né l’opera né il musicista né il romanzo di Tolstoj e la rappresentazione a cui ho assistito è stata una bella scoperta. Mi è piaciuto tutto: la musica, l’aspetto teatrale dell’opera, gli interpreti e la regia.
La musica in qualche modo mi ha ricordato quella di Puccini, tanto per dare un’idea; il libretto non è in versi, bensì in prosa, per la prima volta in un’opera lirica; non ci sono arie, solo dialoghi.
Ho apprezzato molto, come ho scritto, la regia, la recitazione e le scene; queste ultime trasmettevano in modo efficace la sensazione del freddo e della desolazione (eccetto la prima che è in un interno): nel secondo atto l’esterno della stazione, nel quarto un esterno della Siberia, con la neve.
In tutti e quattro gli atti compare, passando in silenzio sul palcoscenico, una bambina, vestita ogni volta come la protagonista, come una sorta di alter ego. Di solito queste invenzioni mi disturbano, invece stavolta mi è sembrato che completasse il quadro.

Peccato che il teatro non fosse pieno, perché lo spettacolo valeva davvero la pena di essere visto e non è solo una mia impressione perché il pubblico presente ha applaudito a lungo.

Qualche foto, buia e poco significativa, durante gli applausi alla fine (durante la rappresentazione non si può fotografare).

risurrezione 1

risurrezione 2

Qui sotto gli interpreti

Direttore Francesco Lanzillotta
Regia
Rosetta Cucchi
Scene Tiziano Santi
Costumi Claudia Pernigotti
Luci Ginevra Lombardo su progetto di D.M. Wood

Katiusha Anne Sophie Duprels
Dimitri
Matthew Vickers
Simonson
Leon Kim
Sofia Ivanovna Francesca Di Sauro
Korablyova/Vera Ana Victoria Pitts
Matryona Pavlovna/Anna Romina Tomasoni

Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino
Maestro del Coro 
Lorenzo Fratini

Per eventuali altre informazioni questo è il link del Teatro del Maggio:
https://www.maggiofiorentino.com/events/resurrezione/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.