Pubblicato in: Libri

Spillover – David Quammen * impressioni di lettura #4

(Titolo originale “Spillover Animal Infections and the Next Human Pandemic”; traduzione di Luigi Civalleri; pubbl. 2012; edizione italiana del 2014)

Il quarto capitolo di “Spillover”si intitola Una cena alla fattoria dei ratti e tratta della SARS, quindi di un virus imparentato con quello che ha investito il mondo nell’ultimo anno, il COVID-19.

La SARS (severe, acute respiratory syndrome) ebbe origine nella provincia cinese del Guandong nel 2003 e passò poi a Hong Kong. Aveva un’alta infettività e una letalità assai superiore a quella dalle polmoniti classiche.

L’abitudine cinese di consumare carne di animali selvatici può essere un fattore che causa spillover; gli animali, che vengono anche allevati, sono trasportati e tenuti nei mercati in gabbie accatastate le une sulle altre, così è possibile che gli ospiti di quelle superiori infettino con i loro liquidi organici ed escrementi gli ospiti dei piani interiori. È pertanto difficile capire quale animale sia l’ospite serbatoio di un virus. Per la SARS si ipotizza che sia il pipistrello ferro di cavallo.

L’epidemia di SARS fu piuttosto contenuta, con focolai localizzati; vennero contagiate circa ottomila persone e ne morirono 774.

Tra i fattori di contenimento ci fu il modo in cui il virus SARS-COV si manifesta nel nostro organismo: i sintomi solitamente compaiono prima che il contagiato sia al massimo dell’infettività e non dopo (al contrario dell’influenza e dell’influenza spagnola): questo permise di isolare molti casi prima che contagiassero tante persone.

L’influenza spagnola dunque fu una tragedia mondiale anche perché i malati erano molto contagiosi prima di mostrare sintomi e questo nonostante che il mondo non fosse ancora globalizzato e i movimenti da un luogo all’altro non fossero così veloci come adesso.

Quasi a conclusione del capitolo un altro breve paragrafo profetico, che non posso evitare di proporre:

È ipotizzabile che la prossima Grande Epidemia (il famigerato Big One) quando arriverà si conformerà al modello perverso dell’influenza, con alta infettività prima dell’insorgere dei sintomi. In questo caso si sposterà da una città all’altra sule ali degli aerei, come un angelo della morte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.