Pubblicato in: Almanacco

Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 14 febbraio

Leon Battista Alberti

(1404 – 1472) architetto, scrittore, matematico, umanista, crittografo, linguista, filosofo, musicista e archeologo italiano.

Non ho letto niente di lui ma leggendo di crittografia ho scoperto che è stato anche un geniale crittografo e inventò un metodo per generare messaggi criptati con l’aiuto di un apparecchio, il disco cifrante. Sua fu infatti l’idea di passare da una crittografia con tecnica “monoalfabetica” (Cifrario di Cesare) ad una con tecnica “polialfabetica”. (Wikipedia)

Lucinda Riley (Lucinda Edmonds)

(1968), scrittrice nordirlandese.

Di lei ho letto “Il giardino degli incontri segreti”.

Pubblicato in: Almanacco, Libri

Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 7 luglio

Vladímir Vladímirovič Majakóvskij

(Bagdati, 7 luglio 1893 – Mosca, 14 aprile 1930), poeta, scrittore, drammaturgo, regista teatrale, attore, artista, pittore, grafico e giornalista sovietico.
Di lui ho letto alcune poesie.

Robert Anson Heinlein

(7 luglio 1907 – 8 maggio 1988) scrittore di fantascienza statunitense.
Di lui ho letto qualche anno fa “Fanteria dello spazio”, che credo sia uno dei suoi romanzi più famosi.

 

Pubblicato in: Almanacco, Fantascienza, Libri

Almanacco: scrittori nati il 29 ottobre

un grande racconto…

Antonella Sacco

Fredric Brown

(1906 – 1772), scrittore statunitense.
Ho letto di lui solo alcuni racconti di fantascienza, di cui uno “Sentinella” era nell’antologia di italiano della scuola media e per la prima volta l’ho letto proprio lì (di mia iniziativa, non come compito) e non l’ho più dimenticato. Poi l’ho riletto nell’antologia “Le meraviglie del possibile”, qualche anno fa. Trovo che sia uno dei racconti migliori che ho mai letto. Sia come scrittura e costruzione che come messaggio.

View original post

Pubblicato in: Almanacco, Riflessioni

Bilancio di un anno di Almanacco

Un anno fa, il 26 maggio, ho pubblicato il primo post della serie almanacco delle scrittrici e degli scrittori.

Juke-box

Alla fine di questo anno i post risultano essere un po’ meno di 365, perché non per tutti i giorni ho trovato compleanni di autrici o autori da me letti, mentre il numero di autrici e autori citati è senz’altro maggiore, perché in parecchi giorni si festeggiano più compleanni. Ho notato che alcune giornate sono particolarmente dense di compleanni di grandi scrittori, tanto che mi sono chiesta se si tratti solo di coincidenze… Scherzo, ovviamente.

Che senso ha avuto tenere questa rubrica? Prevalentemente quello di ricordare, a me per prima, tante scrittrici e scrittori. Di certo non è un elenco completo degli autori di cui ho letto qualcosa, è quello che ho potuto ricostruire. Trattandosi di post giornalieri per lo più mi sono dovuta limitare a nominare autori e qualche titolo, mancandomi il tempo per scrivere qualcosa di più organico. Però sono riuscita a mantenere l’impegno preso e questo è qualcosa. Almeno per me.

Non credo che ripeterò l’esperienza di rubriche del genere, mi sembra preferibile scrivere pezzi più articolati, ma non mi dispiace di averla portata a termine.