Almanacco Artisti 12 Luglio

Amedeo Modigliani (Livorno, 12 luglio 1884 – Parigi, 24 gennaio 1920)

Modi La jeune ok

Le jeune apprenti, Parigi, Orangerie

 

Annunci

Bilancio di un anno di Almanacco

Un anno fa, il 26 maggio, ho pubblicato il primo post della serie almanacco delle scrittrici e degli scrittori.

Juke-box

Alla fine di questo anno i post risultano essere un po’ meno di 365, perché non per tutti i giorni ho trovato compleanni di autrici o autori da me letti, mentre il numero di autrici e autori citati è senz’altro maggiore, perché in parecchi giorni si festeggiano più compleanni. Ho notato che alcune giornate sono particolarmente dense di compleanni di grandi scrittori, tanto che mi sono chiesta se si tratti solo di coincidenze… Scherzo, ovviamente.

Che senso ha avuto tenere questa rubrica? Prevalentemente quello di ricordare, a me per prima, tante scrittrici e scrittori. Di certo non è un elenco completo degli autori di cui ho letto qualcosa, è quello che ho potuto ricostruire. Trattandosi di post giornalieri per lo più mi sono dovuta limitare a nominare autori e qualche titolo, mancandomi il tempo per scrivere qualcosa di più organico. Però sono riuscita a mantenere l’impegno preso e questo è qualcosa. Almeno per me.

Non credo che ripeterò l’esperienza di rubriche del genere, mi sembra preferibile scrivere pezzi più articolati, ma non mi dispiace di averla portata a termine.

 

Almanacco: scrittori nati il 25 maggio

Robert Ludlum

(1927 – 2001), scrittore statunitense.
Ho letto di recente “Il potere di Giano”, scritto con Jamie Freveletti, ma non mi è piaciuto.

Raymond Carver

(1938 – 1988), scrittore e poeta statunitense.
Di lui ho letto diverse raccolte di racconti e trovo che sia davvero un maestro nello scriverli, anche se il suo stile può non piacere. A me, comunque, piace. Ho letto anche “Il mestiere di scrivere”, dalle sue lezioni di scrittura creativa.


Almanacco: scrittori nati il 22 maggio

Alexander Pope

(1688 – 1744), poeta inglese.
Ricordi di scuola.

Richard Wagner

(1813 – 1883), compositore, poeta e librettista tedesco.
Lo conosco per le sue opere, alcune almeno. Il preludio del “Tannhäuser” è una delle musiche che preferisco in assoluto.

Arthur Conan Doyle

(1859 – 1930), scrittore scozzese.
Autore dei romanzi che hanno per protagonista Sherlock Holmes (ne ho letti alcuni e/o ne ho visto le trasposizioni in tivù). Di recente ho letto “Il mondo perduto”, un romanzo fantastico in cui l’autore immagina che in un altopiano situato nella foresta intorno al Rio delle Amazzoni si siano salvati dall’estinzione di massa molte specie di dinosauri.
(vedi a questo link)


Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 20 maggio

Pietro Bembo

(1470 – 1547), scrittore e grammatico italiano.
Ricordi di scuola.

Honoré de Balzac

(1799 – 1850), scrittore, drammaturgo e critico letterario francese.
Di lui ho letto molti anni fa “Papa Goriot”.

Hector Malot

(1830 – 1907), scrittore francese.
Di lui ho letto da bambina la riduzione di “Senza famiglia”.

Mary Pope Osborne

(1949), scrittrice statunitense.
Autrice di libri per ragazzi, di lei ho letto per e con mia figlia alcune storie della serie “La magica casa sull’albero”.

Erri De Luca

(1950), scrittore, traduttore e poeta italiano.
Di lui ho letto anni fa “Non ora, non qui”.

Almanacco: scrittori nati il 18 maggio

 ʿUmar Khayyām

(1048 – 1131), matematico, astronomo e poeta persiano.
Ho letto di lui perché è stato un grande matematico.

Francesco Maria Piave

(1810 – 1876), librettista e scrittore italiano.
Ha scritto i libretti di molte opere liriche famosissime, fra cui alcune di Verdi che amo molto, come “Il trovatore” e “Traviata”; e poi “Rigoletto, “Macbeth”, “La forza del destino”.

Bertrand Russell

(1872 – 1970) filosofo, matematico, logico, attivista inglese<
Ho letto di lui varie opere, ammirando la chiarezza di esposizione e condividendo molti concetti, fra cui il pacifismo. Fra le opere di cui ricordo il titolo: “Storia della filosofia occidentale” e “Socialismo, anarchismo, sindacalismo”.