Leggendo romance #2

Negli ultimi tempi ho letto diversi romanzi di genere romance o rosa e dintorni (in realtà ne ho letti parecchi anche da giovane, ad esempio quelli di Liala e di Delly, sono sempre stata una lettrice quasi onnivora). Alcune di queste storie hanno anche una consistente componente di avventura o di giallo/thriller; alcuni sono ambientate in periodi storici precedenti l’attuale.

Insomma, come mio solito ho letto un po’ di tutto.

Ho letto sia libri ed ebook pubblicati da editori che self. Non tutti mi sono piaciuti, di quelli che ho apprezzato di più ho scritto un commento sul blog, anche se per alcuni non l’ho ancora fatto.

Sono romanzi rilassanti, si potrebbero definire divertenti nel senso che aiutano a trascorrere qualche ora in modo piacevole. Di certo in questo periodo li preferisco a thriller troppo cupi frequentati magari da serial killer che lasciano dietro di sé piste sanguinolente…

Anni fa, da giovane, ho letto moltissimi gialli: definirei anche questi divertenti, nel senso di cui sopra. Alcuni avevano anche una componente rosa; in quelli di Edgar Wallace c’era quasi sempre una fanciulla da salvare e un eroe che la salvava, oltre a scoprire chi era l’assassino.

Un genere o sottogenere che non fa per me è quello dei dark romance. Violenza e amore, a mio parere, sono in antitesi. Inoltre mi sembrano poco rispettosi di tutte quelle donne sono o sono state vittime di violenza da parte dei partner, in situazioni che di romantico non hanno niente. Ho letto due o tre ebook dark, visto che comunque sono curiosa, ma dubito che ne leggerò ancora.

Se rosa dev’essere che sia rosa davvero… almeno per me.

cover estate da ricordare    cover Leone Roma    cover bottega sogni

 

Annunci

Leggendo romance #1

Negli ultimi tempi sto leggendo molti romance e romanzi rosa. Non ho ancora ben chiara la distinzione fra i due generi, se pure ve n’è una, e, comunque, non mi sembra poi così rilevante. Diciamo che si tratta di storie che parlano soprattutto d’amore e che sono a lieto fine. Poi si potrebbe osservare che ogncover estate da ricordarei autore/autrice ha un suo genere. Di certo ciascuno/a ha un suo modo di descrivere e mostrare personaggi e situazioni, un suo linguaggio.

Sempre ultimamente ho scoperto che due fra le più note e lette autrici di romance (sintetizzo con questo termine anche se potrebbe essere non corretto, vedi sopra) sono Georgette Heyer (1902 – 1974) e Mary Balogh (1944).

Basandomi sui romanzi che per ora ho letto di queste due autrici mi sembra che siano molte le differenze fra loro.

Nelle storie della Heyer predomina l’ironia, per le convenzioni, per i modi di fare; non vi sono scene di sesso fra i protagonisti, al massimo un bacio ma solo alla fine; la storia d’amore sembra sempre appena abbozzata, cover Pedina scambiata okcome se non fosse lo scopo principale del romanzo (e, probabilmente, è così) e, in certo senso, si svela quasi solo alla fine.

Le storie della Balogh, invece, sono più legate ai sentimenti, sono più romantiche. Il sesso compare sempre, la storia d’amore si sviluppa fino dall’inizio ed è il fulcro della narrazione; naturalmente è contrastata, quasi sempre dai protagonisti stessi.

In certo senso e con tutte le eccezioni del caso, mi viene spontaneo paragonare le differenze fra queste due autrici alle differenze che ho riscontrato fra Jane Austen e Charlotte Bronte e che mi è balzata agli occhi in modo particolare una volta in cui ho letto uno di seguito all’altro, un romanzo della Austen e subito dopo Jane Eyre.

I romanzi che ho letto di queste scrittrici e che sono tutti ambientai nel periodo Regency e dintorni (di alcuni ho annotato sul blog le mie impressioni di lettura)

di Georgette Heyer

Rosa d’aprile
Il gioco degli equivoci
Matrimonio alla moda
L’incantevole Amanda
La pedina scambiata
Belinda e il duca

di Mary Balogh

Signora del suo cuore
Il celebre libertino
L’ultimo valzer
Una promessa d’amore
Un’estate da ricordare
Incidente d’amore (serie Bedwin #2)
Una lady scandalosa (serie Bedwin #3)
La tentatrice (serie Bedwin #4)
Il duca di ghiaccio (serie Bedwin #6)
Sposa per contratto
Una dolce vendetta
La dama col mantello
Passione proibita
La melodia del cuore
Senza cuore

 

Il leone di Roma – Adele Vieri Castellano * impressioni di lettura

Un romanzo storico, ambientato all’epoca dell’antica Roma, quando era imperatore Claudio.

cover Leone RomaHo apprezzato molto questa storia; più di tutto, mi è piaciuta la protagonista, Ottavia. Perché è una donna intelligente e colta, ed è riuscita ad esserlo e a soddisfare la sua curiosità di sapere e di imparare nonostante che, in quel periodo storico (come in quasi tutti), le due cose, ovvero essere donna e avere cultura, soprattutto scientifica, e intelligenza, fossero praticamente incompatibili. Ottavia, pure se giovane, difende il suo diritto ad accedere alla conoscenza e ad avere opinioni. E questo è per me bello da leggere, anche se si tratta di un romanzo e quindi di fantasia.
E mi è piaciuto anche il protagonista maschile, Massimo, con il suo alto senso dell’onore e della giustizia; all’inizio si limita a tollerare Ottavia quale moglie impostagli dal padre, poi con il passare del tempo, conoscendola, apprezza proprio quel suo essere diversa da una qualunque matrona romana, il suo preferire un testo da leggere anziché un gioiello. Tra lui e la moglie si instaura un’intesa che è anche mentale, non solo fisica, e questo è un altro aspetto del romanzo che mi è piaciuto.

La trama è avvincente e ben calata nel contesto storico; i personaggi, sia i due protagonisti che gli altri, sono ben delineati e credibili; i momenti di azione si alternano a quelli di riflessione e di intimità. Infine, una menzione per un altro protagonista, forse il più originale, e di certo non il meno importante: il leone Antares.

Insomma, se non si fosse capito, questo romanzo mi è piaciuto molto. È il primo che ho letto di questa autrice.

 

Sinossi

Roma, 50 d.C. Massimo Valerio Messalla è nobile di nascita, colto per educazione e guerriero per scelta, ma la sua libertà sta per finire: il padre gli impone di sposarsi, per garantire una discendenza alla stirpe dei Valeri.
Ottavia Lenate è una giovane inquieta e curiosa, appassionata di scienza e astronomia, che desidera la conoscenza, non un marito, specie non uno ruvido e affascinante come Messalla, l’uomo a cui scopre di essere destinata.
Massimo e Ottavia si trovano così forzati in un’unione decisa da altri, finché il Fato non li porterà ad Alessandria d’Egitto. In quella terra arida, sterile come l’anima di Messalla e ricca di tesori nascosti come lo spirito di Ottavia, una terribile minaccia in arrivo dal passato metterà a rischio tutto ciò che Massimo, il leone di Roma, ama e vuole proteggere…

 

 

Let it snow – appuntamento con l’amore – Ella S. Bennet * Segnalazione

Segnalo la pubblicazione di questo breve romanzo rosa in ebook, una sorta di fiaba moderna (uscito con il titolo “la promessa”, poi modificato in “appuntamento con l’amore”, più aderente alla storia).

Queste le parole dell’autrice:

Questo romanzo breve è la continuazione ideale di “Let it snow – Quando nevica tutto può succedere…”.

Appena pubblicato quel racconto, i suoi personaggi hanno insistito perché continuassi a narrare la loro storia e così è nato “Let it snow – appuntamento con l’amore” e devo dire che non mi è dispiaciuto farlo, perché mi ero affezionata a loro e sono stata volentieri ancora in loro compagnia. Spero che sia così anche per voi, lettrici e lettori.

Per seguire le loro nuove vicende non è comunque indispensabile aver letto “Let it snow – Quando nevica tutto può succedere…”.

cover Let it snow 2 - Appuntamento

Sinossi

Incontratisi per uno strano caso Clara e Luca hanno trascorso insieme alcuni giorni in montagna, durante i quali si è instaurata fra loro un’intesa speciale. Il loro rapporto è stato solo platonico e, forse, questo non è bastato a nessuno dei due, anche se non se lo sono confessato.
Così, al momento di separarsi per tornare ciascuno nella propria città e alla vita di sempre, Luca chiede a Clara di rivedersi: più che un appuntamento è una promessa.
La breve vacanza è stata solo una parentesi, oppure il preludio di un rapporto? È bastata loro per innamorarsi o, presto, si dimenticheranno l’uno dell’altra?
Potranno scoprirlo solo ritrovandosi.
Ma sembra che il destino, dopo aver fatto incrociare le loro strade, abbia deciso di mantenerle lontane…

L’autrice
Ella S Bennet ama follemente i libri e le belle storie. Legge e scrive in ogni minuto del suo tempo libero.

Fatal flash – Alessandra Dilor * Impressioni di lettura

Un romanzo lungo che racconta una storia d’amore fra due persone che devono, per prima cosa, liberarsi ciascuno dei propri fantasmi o, meglio, accettarli e imparare a convivere con essi. La narrazione si alterna su due piani temporali, uno riferito a circa un anno prima rispetto alle vicende raccontate nell’altro. I punti di vista sono diversi: terza persona per le vicende più vecchie, mentre quelle al presente sono narrate in prima persona dal protagonista maschile, Aaron.
I personaggi sono approfonditi psicologicamente, in specie i due protagonisti e per tutto il libro si avverte una tensione fra loro che è anche sensuale ma che non diventa mai né volgare né fastidiosa. Questa tensione, insieme a elementi gialli, rende la storia intrigante e coinvolgente.
Insomma, la storia vale una lettura, anche se ho notato diversi refusi, fra cui “apposto” per “a posto”.

L’autrice ha pubblicato anche un breve spin-off (gratuito) del romanzo, la prima parte della storia raccontata in prima persona dalla protagonista femminile, Kim. Questo spin-off si può scaricare gratis e rende abbastanza l’idea della scrittura, dei personaggi e dei sentimenti che provano.

Sinossi Fatal Flash

Lasceresti che il rancore divorasse la tua vita e ti allontanasse dall’unica cosa che hai sempre acover-fatal-flashmato? ”
L’avvocato Aaron Dallas è a New York da ormai un anno. La sua carriera avanza in ascesa e assorbe ogni suo istante. In questo modo il suo spirito tormentato sembra appagato e giunto alla condizione di pace tanto agognata e mai ottenuta a New Orleans, dove egli ha trascorso tutta la sua vita. Quando il suo passato sembra ormai lontano, imprigionato nella caotica “Big Easy”, sotterrato nell’angolo più oscuro dei suoi ricordi, strane coincidenze lo rimettono sulla strada di una sua vecchia conoscenza: la nota fotografa Kim Kerr. Il passato è tornato per turbare ancora l’esistenza di Aaron, presentandogli rischi ma anche promesse. Non si può fuggire di fronte a un ricatto. Ad Aaron non resta che accettare la sfida e misurarsi con una passione mai spenta per Kim che lo spinge a fare i conti con le ombre della sua vita.
«Continuo a ripetermi che le sto giocando alle spalle. Ma avanzerò con il mio piano, questa volta non anteporrò niente ai miei interessi. E anche se dopo un anno tornerò io a colpire, credo che comunque sentirò male abbastanza per entrambi.»

Sinossi Non posso fidarmi di te (Spin Off Fatal Flash)cover-non-posso-fidarmi-di-te

ATTENZIONE: Questo racconto è uno spin off del romanzo Fatal Flash
Questa volta a parlare sarà Kim Kerr. Cercherà di travolgerci nel suo presente inquieto, dal quale l’avvocato Aaron Dallas tenta irrimediabilmente di fuggire…