Ambrose – Fabio Carta * segnalazione

Vi presento questo romanzo di fantascienza, scritto da Fabio Carta, dal titolo “Ambrose” e pubblicato dalla casa editrice Scatole Parlanti, nella collana Mondi.

Questa la quarta di copertina

Controllore Ausiliario – CA – è uno dei pionieri ad aver sposato la causa della missione Nexus, la frontiera virtuale dove scrivere un nuovo e pacifico capitolo della storia umana. Ma durante la preparazione terapeutica, il suo corpo rimane vittima di danni irreparabili. Logorato dalle metastasi, è costretto a vivere in una speciale tuta eterodiretta da pazzi esaltati, che combattono una guerra in bilico tra realtà e spettacolo. Il suo destino è la morte, mentre un suo gemello elettronico continuerà a simulare la sua esistenza nel ciberspazio.
L’infelicità di CA – figlio delle stelle, alieno agli usi terrestri – subisce uno stravolgimento con la comparsa di Ambrose. Un’entità che si presenta come una rosa stillante ambra, una irriverente voce che lo guida verso sviluppi imprevedibili. Come ribellarsi al proprio destino e scoprire cosa si cela realmente dietro i grandi cambiamenti ai quali l’umanità dovrà far fronte.

cover Fabio Carta Ambrose

L’autore
Fabio Carta, classe 1975, è appassionato di fantascienza e dei classici della letteratura. Laureato in Scienze Politiche con indirizzo storico, ha al suo attivo la saga fantascientifica Arma Infero, una serie che a oggi conta due romanzi (Il mastro di forgia, 2015 e I cieli di Muareb, 2016) e il racconto lungo Megalomachia (Delos Books, 2016), scritto unitamente alla finalista del premio “Urania 2016”, Emanuela Valentini. Ha inoltre partecipato con importanti firme della fantascienza italiana all’iniziativa benefica Penny Steampunk (2016), da cui è nato un volume di racconti fantastico-weird a cura di Roberto Cera.

Informazioni
Data di pubblicazione: 07 giugno 2017 * ISBN: 978-88-3281-027-1
Formato: cartaceo Prezzo: 15,00 € * Pagine: 212 

 

 

 

Annunci

Libri sulla scrittura – 2

ripropongo quest’altro piccolo elenco di libri sula scrittura, che ho trovato interessanti

Antonella Sacco

Un altro breve elenco di libri che trattano di scrittura e di lettura.

Raymond Carver – Il mestiere di scrivere

Stephen King – On writing

Flannery O’Connor – Nel territorio del diavolo

Patricia Highsmith – Come si scrive un giallo

Roland Barthes – Il grado zero della scrittura

Vincenzo Cerami – Consigli a un giovane scrittore

Daniel Pennac – Come un romanzo

View original post

Libri sulla scrittura – 1

ripropongo uno dei primi articoli pubblicati

Antonella Sacco

Una prima bibliografia di libri che trattano, più o meno direttamente, di scrittura:

Natalie Goldberg – Scrivere zen

Natalie Goldberg – Wild mind (in inglese)

Gianni Rodari  – Grammatica della fantasia

Italo Calvino – Lezioni americane

Rayond Queneau – Esercizi di stile

Francis Scott Fitzgerald – Le belle storie si raccontano da sole

Mario Vargas Llosa – Lettere a un aspirante romanziere

View original post

Qualcuno è ancora convinto che la Terra sia piatta

Visto che in questi giorni si parla di questo argomento…

Antonella Sacco

Forse non dovrei stupirmi quando sento o leggo cose strane: gli esseri umani sono molto diversi fra loro e hanno fantasie e credenze molteplici, il cui numero e la cui varietà tendono all’infinito.

Però questa è davvero gustosa. Stamani alla trasmissione “Pagina 3” su Radio 3 è stato letto uno stralcio dell’intervista fatta da un blog (“Vice.com”) a dei membri della “Società della Terra Piatta” (Flat Earth Society). (articolo che consiglio di cercare e leggere)

I membri di questa società sostengono che la Terra è piatta e che tutte le prove a sostegno della tesi che è sferica sono illusioni ottiche o inganni. L’intervistatore ha posto varie domande per capire su quali basi (basi?) si fondi questa convinzione e le risposte sono state ancora più gustose (per dir così) della teoria stessa.

La scoperta dell’esistenza di una tale società e della teoria da essa propugnata mi…

View original post 163 altre parole

In biblioteca #38

Passaggio in biblioteca, oggi.

Presi due libri sulla storia delle donne, di cui ho “sentito parlare” in un gruppo Facebook e tre romanzi di autori che conosco bene. Dopo il post numero 37 in realtà sono stata di nuovo in bilblioteca e ho preso dei libri di poesie di Pessoa.

Ecco l’elenco dei testi presi oggi:

Marco Malvaldi – Negli occhi di chi guarda
Jo Nesbø – Sete
Henning Mankell – Sabbie mobili
Georges Duby, Michelle Perrot – Storia delle donne in occidente – l’Ottocento
Georges Duby, Michelle Perrot – Storia delle donne in occidente – dal Rinascimento all’età moderna


La mano – Henning Mankell * Impressioni di lettura

(titolo originale Handen, traduzione di Laura Cangemi; originale pubblicato nel 2013, in Italia nel 2013)

Una storia breve, contrariamente agli altri romanzi che vedono Wallander come protagonista. Sufficiente comunque a ritrovare un vecchio amico. Cercando la casa dei suoi sogni, una villetta con giardino in cui ospitare un cane e trascorrere la vecchiaia, il commissario si trova a dover indagare su un delitto vecchio decine di anni. Lo farà con la consueta caparbietà e umanità, naturalmente.

Anche se non sono sicura di essere d’accordo con questa affermazione, mi piace com’è scritto questo pensiero di Wallander, che va a parlare con Elin Trulsson, una vecchia signora che potrebbe fornirgli informazioni sul vecchio delitto.

Elin Trulsson era una donna molto anziana, con il viso incartapecorito e la pelle solcata da rughe profonde. Wallander la trovò bellissima, come un vecchio tronco. Non era una reazione nuova per lui. La prima volta l’aveva avuta osservando il volto di suo padre. C’era una bellezza che solo la vecchiaia poteva conferire a un essere umano. Nelle rughe di un viso era scolpita una vita intera.

cover la mano

 

 

Intervista alla scrittrice Antonella Sacco

Dal blog di Marco Freccero, che ringrazio

Marco Freccero - Autore Indipendente

home page sito antonella sacco

Oggi nuova intervista. Questa volta è il turno della scrittrice Antonella Sacco. La ringrazio per aver risposto alle mie domande.

Buona lettura (e grazie a lei della disponibilità).

View original post 1.412 altre parole