Chiedi scusa, di Antonella Sacco, recensione di Daniela Domenici

altra recensione che non posso non rebloggare e per la quale ringrazio Daniela

daniela e dintorni

 

Esattamente un anno dopo la mia sesta recensione a una sua opera torno a “trovarla” e rimango, accora una volta, affascinata dalla sua bravura e dalle tematiche importanti che riesce a trattare con profondità ma sempre con leggerezza e sorrisi: parlo di Antonella Sacco, scrittrice fiorentina per l’infanzia, che ci regala con “Chiedi scusa” un altro piccolo grande capolavoro in cui riesce a mescolare amore per i libri, bullismo, adozioni, solitudine, solidarietà e tanto altro ancora il cui comune denominatore è il chiedere scusa, il chiarire, l’aver voglia di superare i silenzi, le barriere, il tutto in una quinta elementare di una qualunque scuola.

Gli splendidi protagonisti di questa storia immaginata da Sacco sono, in primis, Alice, sempre in prima linea contro le ingiustizie, e poi Lapo, Emilio, Olga ma anche Ruggero, i maestri e le maestre, il bassotto Bisk e la Libroteca.

È un libro che andrebbe fatto…

View original post 29 altre parole

Impressioni: AGNES di Antonella Sacco

non posso che rebloggare. Grazie ❤

G di Giorgia

317jL7e1iOLGenere: Narrativa

LINK ACQUISTO

Impressioni:

Adoro lo stile della Sacco e amo tutti i suoi libri che sto leggendo un po’ alla volta, ma Agnes è nel mio cuore assieme a LA GRANDE MENZOGNA.
C’è una dolcezza in questo romanzo, una profondità sfiorata con estrema delicatezza, che non abbandona mai fino alla fine. Eh… la fine è la classica pagina di svolta, o almeno lo è stata per me.
Ho camminato e viaggiato con Agnes, volevo scoprire come lei chi fosse questo pittore misterioso e, invece, ho scoperto me stessa.
Pensate che esageri? Beh, io sono convinta che Agnes dovrebbe trovarsi non solo tra gli scaffali di una nel reparto “classici”. Agnes rappresenta molti di noi (uomini e donne) ed è talmente ben contestualizzata da lasciare al lettore l’interpretazione corretta. È attuale e contemporaneo, è anche ben strutturato con una dose di suspense che attanaglia senza soffocare. A tratti…

View original post 11 altre parole

“4 Billie” – Alessandra Dilor * Impressioni di lettura

Ecco le mie impressioni di lettura di “4 Billie”, romanzo che mi è piaciuto molto.

4 Billie”, a mio parere, non ha niente di banale, a cominciare dal titolo. Titolo composto da un numero e da un nome, a cui il lettore è portato ad attribuire significati diversi durante lo svolgersi della storia fino a comprendere quello effettivo.

cover 4 Billie

I due protagonisti sono entrambi giovani ed entrambi feriti dalla vita, in modo diverso, e in modo diverso cercano di reagire o, almeno, di sopravvivere. O, forse, nemmeno quello. Quando si incontrano, la madre di Billie è morta da poco, apparentemente suicidandosi. Jesse, che dovrebbe limitarsi a recuperare un’auto per conto dell’autosalone gestito dalla sua famiglia, si trova a voler scoprire la verità sulla morte della donna e, di conseguenza, a incontrare le persone che la conoscevano. Fra lui e Billie si instaura così un rapporto, una sorta di amicizia piena di contrasti: per entrambi infatti è difficile confidarsi, fidarsi, rinunciare alle difese alzate per proteggersi dal dolore. I due continuano a vedersi e a cercare di capire come sia morta davvero la madre di Billie e imparano a conoscersi e a tenere l’uno all’altra.

Come ho scritto sopra né la storia né la conclusione sono scontate, i personaggi sono ben disegnati, vivi e realistici; leggendo sembra davvero di vedere le scene descritte.

La narrazione è in prima persona, per la maggior parte l’io narrante è quello di Jesse, intervallato da brevi capitoli in cui è Billie a raccontare e quindi a fornire la sua visione delle cose.

A questo link la segnalazione e la sinossi del romanzo.

 

 

Fai sentire la tua voce

libri libri e ancora libri…

Libricity Group

“Dalla varietà di Voci nasce il punto d’incontro”

Noi di LibriCity Group ci crediamo veramente. Ecco perché l’abbiamo immaginata come una città ambulante, fatta di autori e lettori, dove ognuno possa dire la propria.

Ti piacerebbe scrivere articoli, recensioni, opinioni personali, su tutto ciò che ruota attorno al mondo del libro? Tante voci legate tra loro per farne nascere una nuova: unica, forte, libera e comunitaria.

Ti chiedi di cosa potrai parlare?

Di tutto ciò che vorrai. In fondo non esiste argomento, sociale o culturale, che non venga trattato tra le pagine di un libro.

Se sei interessato a collaborare scrivici a libricitygroup@gmail.com

View original post

Nasce “Spifferi Letterari” e il nostro canale Youtube

Il canale youtube di Libricity Group
e la rubrica Spifferi Letterari…

Libricity Group

 Librycity group è felice di annunciare la nascita del suo nuovo canale Youtube che accoglierà la rubrica “Spifferi Letterari”.

Attraverso questo spazio daremo una voce a “trama e incipit” dei libri degli autori esordienti sponsorizzati dal nostro sito. Non si tratta di booktrailer, ma di dare respiro alle parole, come uno spiffero di vento che dona vita alle pagine.

Verranno inizialmente realizzati i video di chi ha collaborato attivamente al buon esito del sito con i propri articoli. In seguito lo spazio verrà riservato agli autori che di volta in volta supereranno il contest Racconti.

View original post

Le fiabe di Miss Frances, Antonella Sacco

e, ovviamente, rebloggo…

Iris & Periplo Blog

Le fiabe di Miss FrancesLe fiabe di Miss Frances by Antonella Sacco

My rating: 5 of 5 stars

Un buon libro di fiabe, scritte da una autrice italiana che a me piace molto.
Lo stile di queste fiabe rimane sul classico anche se con una spinta di originalità e modernità.
Le ho apprezzate anche non avendo bambini in casa a cui leggerle, ma ottime sia per grandi che per piccini.
La scrittura è molto semplice e pulita, per qualche ora vieni trasportato in mondi diversi e fantasiosi.
Comprendono anche il primo capitolo di altri due romanzi per ragazzi, che hanno già stuzzicato la mia curiosità!
Complimenti!

View all my reviews su Goodreads!

Questo libro di fiabe lo trovate qui:

amazon.it

Dettagli prodotto

View original post

Piangere non serve – di Antonella Sacco

presentazione del mio romanzo via Libricity

Libricity Group

Piangere non serve

di Antonella Sacco

Martina, 17 anni, arrabbiata con i genitori per la loro separazione, decide di trascorrere senza di loro un mese d’estate in un paesino di montagna, anche se è sicura che si annoierà a morte.
Ma non è così: conosce una coetanea con cui passare il tempo e divertirsi, uno scultore scorbutico ma interessante che abita in una strana villa e poi Edo, un ragazzo affascinante con cui sembra avere davvero molte cose in comune.
Fra Edo e Martina nasce una forte attrazione che potrebbe trasformarsi in un sentimento più profondo se non fosse che alcuni particolari inducono la ragazza a dubitare che lui sia sincero. E giunge un momento in cui Martina si trova davanti a una scelta difficile.

Autore: Antonella Sacco
Titolo: Piangere non serve
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 153
Edito da: Self Publishing
Acquista su Amazon

ANTEPRIMA

Una domenica di maggio. Lui…

View original post 985 altre parole