Pubblicato in: Libri, Riflessioni, Scrittura

Amazon Prime Reading e Kindle Unlimited

Da qualche giorno è attivo anche in Italia un nuovo servizio per clienti Prime di Amazon, Prime Reading, che consente di scaricare gratuitamente ebook (a scelta fra un numero limitato).

prime reading

Per chi non lo sapesse Prime è un servizio di Amazon nato come forma di abbonamento per avere la spedizione veloce dei prodotti acquistati a un prezzo più conveniente.
Da circa un mese il costo annuale di Prime è raddoppiato perché offre agli abbonati molto più di un servizio di spedizione celere: fra le altre cose consente di vedere serie TV, avere sconti, avere spazi di archiviazione.
Io, però, non voglio pubblicizzare Prime né descrivere questo servizio, se non per la parte nuova nuova che è Prime Reading, e voglio confrontare, per quanto posso, questo abbonamento con quello Kindle Unlimited, sia dal punto di vista dei lettori che di quello degli autori.

Per i lettori

Gli ebook disponibili con l’abbonamento Prime Reading sono, al momento, qualche centinaio, quelli disponibili con Kindle Unlimited (nel seguito KU, per brevità) sono decine di migliaia. Gli ebook disponibili con Prime sono tutti anche disponibili con KU.
Il costo di Prime è di circa 40 euro all’anno, quello di KU di 9,99 al mese.
Chi ha l’abbonamento Prime e anche KU non ha nessun vantaggio da Prime Reading, continua a scaricare gli ebook grazie a KU (me lo ha confermato l’assistenza).
Chi ha Prime per altri motivi, dalla fine di maggio 2018, può scaricare gratis gli ebook disponibili con questo servizio.

Per gli autori

Facciamo un’ulteriore distinzione: autori con ebook selezionati per Prime Reading e gli altri.

Premesso che non rientro nel primo gruppo, so comunque che gli autori con ebook scaricabili con Prime Reading hanno dato il loro consenso ad Amazon che ha corrisposto loro un importo forfettario come compenso. Per gli scarichi che i clienti Prime faranno dei loro ebook non percepiranno altri compensi però gli scarichi contribuiscono a far salire gli ebook nella classifica delle vendite.
Quindi che vantaggio hanno, oltre alla cifra forfettaria ricevuta? La possibilità di vedere salire in classifica un loro ebook con l’eventuale effetto di trascinamento sia per acquisti di quell’ebook sia per acquisti o scarichi con KU di altri loro ebook.
In questi primi giorni di Prime Reading (gioco di parole, sorry) la classifica generale e quelle dei vari generi sono state invase nei primi posti da ebook Prime. Come si evolverà la cosa nelle prossime settimane dobbiamo vederlo. In parte, penso, l’effetto novità diminuirà, come per tutte le novità, in parte, supponendo che gli utenti Prime siano molti, continuerà a influenzare le classifiche.
Non essendo un autore selezionato non so se e quanto siano cambiati e cambieranno i dati di vendita extra Prime (per gli autori con ebook Prime).

Gli autori che non hanno ebook in Prime Reading hanno assistito alla rivoluzione improvvisa della classifica e, probabilmente, almeno alcuni, hanno visto calare le loro vendite e, soprattutto, gli scarichi con KU.
Se molti utenti KU sono anche Prime può darsi che abbandonino KU, almeno per un po’, per approfittare delle letture che possono fare gratis tramite Prime Reading, portando così un ulteriore calo negli scarichi KU. Se questo non avverrà, probabilmente, non ci saranno grossi sconvolgimenti, soprattutto passati i primi tempi. C’è infatti da considerare che chi ha l’abbonamento Ku è un lettore forte (altrimenti l’abbonamento non gli converrebbe), mentre gli ebook in Prime sono meno di 1000.

In conclusione… staremo a vedere.
Questo articolo non è una critica ma solo un insieme di constatazioni e considerazioni.

Voi che ne pensate? Siete Prime, KU o autonomi?

 

 

Pubblicato in: Riflessioni

Amazon Kindle Unlimited: come funziona?

Premetto che non intendo pubblicizzare né Amazon né il loro programma Kindle Unlimited, anche se ho pubblicato i miei ebook solo su questo store (per motivi di praticità e tempo, sostanzialmente) e li ho resi tutti disponibili al programma KU.

Kindle 1
gli ebook disponibili in KU sono contraddistinti da questa indicazione

 

Kindle 2
e da questa sul lato destro dello schermo

 

Voglio solo descrivere brevemente di cosa si tratta, perché ho visto che persone che leggono e pubblicano su Amazon non hanno ben chiaro il funzionamento di questo programma.

Preciso anche che nel seguito mi limito a parlare del funzionamento che ha KU attualmente, tralasciando la storia: da quando è stato avviato (gennaio 2015) ha già subito almeno un paio di variazioni.

Aspetti che interessano il lettore

In pratica è una sorta di abbonamento: pagando 9,99 euro al mese è possibile scaricare e leggere tutti gli ebook che si desiderano. Ovviamente ci sono alcuni limiti:

  1. L’ebook deve essere stato reso disponibile al KU (dall’autore o dall’editore).
  2. Non si possono scaricare più di 10 ebook per volta (per scaricarne di nuovi se ne devono restituire altrettanti).
  3. L’ebook viene cancellato dalla libreria del lettore quando questi smette di pagare l’abbonamento.

Aspetti che interessano l’autore

Quando un lettore, dopo aver scaricato l’ebook con KU, inizia a leggerlo, l’autore percepisce un pagamento per ogni “pagina” letta. Con “pagina” Amazon intende un numero che calcola sulla base dell’effettivo contenuto dell’ebook, ovvero Kindle Edition Normalized Pages (KENP).  L’importo corrispondente ad ogni KENP è diverso a seconda della nazione dello store; per il mese di dicembre 2015 l’importo per Amazon.it è stato di quasi 0,0043; per il mese di gennaio 2018 è stato di oltre 0,0044.

Vediamo adesso i limiti e i possibili problemi:

  1. Per aderire al programma KU l’autore deve registrare l’ebook in KDP, ovvero lasciare il suo ebook in esclusiva sullo store di Amazon (cioè non può pubblicarlo su altri store)
  2. il guadagno può essere minore rispetto a quello ottenuto con una vendita (dipende ovviamente dal numero di pagine lette e dal costo dell’ebook ovvero dal guadagno in caso di vendita)
  3. se il lettore non legge l’ebook con iun dispositivo Kindle (sia esso computer o ebook reder o cellulare) ma lo converte per leggerlo in un formato diverso dal “.mobi” su un ebook reader di altra marca l’autore non guadagna nulla.
  4. Se un lettore che ha scaricato l’ebook con KU pubblica una recensione su Amazon non viene contrassegnata con la dicitura “acquisto verificato”.

Vediamo adesso i vantaggi:

  1. È possibile che più persone scarichino l’ebook visto che risulta gratis per chi ha l’abbonamento.
  2. Per ogni scarico l’ebook risale comunque la classifica.
  3. Se l’ebook ha molte KENP il guadagno potrebbe risultare maggiore che per una vendita, se il prezzo dell’ebook è basso.

Al momento non mi viene in mente altro, se qualcuno ha domande risponderò, secondo la mia esperienza.

Questo è il link di Amazon in cui si possono leggere le informazioni (per i lettori): Amazon Kindle Unlimited.

E questo un altro articolo su Kindle Unlimited dal blog di Keihra Palevi, con ulteriori spiegazioni.