In biblioteca #39

 

Passaggio in biblioteca,oggi.

Fra le altre cose ho riportato un libro che avevo iniziato e lasciato lì, uno di Pessoa perché me lo sono comprato.
Ho preso tutti gialli, 2 di Leonardo Gori, mio concittadino di cui ho letto (approfittando delle promo di amazon) in ebook “Nero di maggio”, e uno di Manzini. Il problema è uno solo: trovare il tempo di leggere tutti questi libri, oltre a tutti gli ebook che ho scaricato e scarico…

Ecco i titoli:

Antonio Manzini – Era di maggio

Leonardo Gori – Il passaggio

Leonardo Gori – L’angelo del fango

Che ve ne pare?


Annunci

In biblioteca #38

Passaggio in biblioteca, oggi.

Presi due libri sulla storia delle donne, di cui ho “sentito parlare” in un gruppo Facebook e tre romanzi di autori che conosco bene. Dopo il post numero 37 in realtà sono stata di nuovo in bilblioteca e ho preso dei libri di poesie di Pessoa.

Ecco l’elenco dei testi presi oggi:

Marco Malvaldi – Negli occhi di chi guarda
Jo Nesbø – Sete
Henning Mankell – Sabbie mobili
Georges Duby, Michelle Perrot – Storia delle donne in occidente – l’Ottocento
Georges Duby, Michelle Perrot – Storia delle donne in occidente – dal Rinascimento all’età moderna


Ipazia, matematica

Ipazia fu una scienziata e filosofa alessandrina. Nel seguito un cenno alla sua storia come l’ho raccontata nel mio romanzo per ragazzi “Lidia, che detesta la Matematica”.

Il dialogo è fra Lidia, la protagonista, e Oscar, un calzolaio appassionato di Matematica.

«… visse ad Alessandria d’Egitto. Era figlia di un matematico, Teone. Si occupò di filosofia, astronomia, meccanica. Disegnò alcuni strumenti scientifici, fra cui l’astrolabio. Aveva una sua scuola, frequentata da uomini e donne di qualunque religione; insegnava camminando per la città e riteneva che la conoscenza non fosse qualcosa da custodire in segreto, al contrario dei pitagorici ai quali era proibito diffonderla.»

Questa matematica mi piaceva molto e mi pareva che il suo nome sarebbe stato perfetto per la micia. Oscar intanto continuava:

«I suoi concittadini l’ammiravano e la stimavano, molti dei suoi allievi diventarono personaggi importanti, alcuni perfino vescovi, e continuarono a scambiarsi lettere con lei e a considerarla una maestra. Quello che conosciamo di lei deriva proprio dalle testimonianze di questi allievi e dagli scritti degli storici del tempo. Purtroppo in quegli anni era in atto una persecuzione contro i pagani, cioè i non cristiani, da parte dei cristiani; la biblioteca di Alessandra, che conteneva migliaia di libri antichi e unici, raccolti nel corso dei secoli, fu incendiata e nel 415 la stessa Ipazia fu assassinata in modo barbaro, perché era colta, sapiente e soprattutto donna.»

«Chi la uccise?»

«Si ritiene che siano stati gli appartenenti a una setta di fanatici cristiani.»

Carezzavo la gatta e pensavo a quella donna a cui il sapere era costato la vita: al suo posto sarei stata capace di fare altrettanto?

«Che storia triste.»

«Si dice che fosse molto bella. Ha ispirato poeti e scrittori e in questi anni è stato creato un progetto internazionale per favorire la partecipazione delle donne di tutte le nazionalità alla ricerca scientifica che in suo onore è stato chiamato Ipazia.», ha concluso Oscar.

«Dev’essere stata una persona speciale…

Lidia Copertina

In biblioteca #37

Passaggio in biblioteca, oggi.

Presi libri di poesie (per un laboratorio teatrale a cui parteciperò) e di cui penso che leggerò qualcosa qua e là, cercando soprattutto un’illuminazione.
Poi due gialli e un romanzo che in qualche modo mi ha chiamata dall’espositore.

Ecco l’elenco:

su Alda Merini – Il sigillo della poesia – La vita e le opere
Dino Campana – Canti orfici e altre poesie
Dino Campana – Sparso per il mondo – Autografi sparsi 1906 – 1918
Laura Pariani – Di ferro e d’acciaio
Maria Masella – Mariani e il caso cuorenero
Maria Masella – Io so – l’enigma di Mariani.

Che ve ne pare? Avete letto qualcuno di questi libri?




In biblioteca #36

Passaggio in biblioteca, oggi, per riportare quattro libri di Philip K. Dick, anche se non li ho letti tutti ma solo due, stante l’elevato numero di ebook che, invece, ho letto.

Guardando nelle vetrine mi sono imbattuta in un romanzo di Massimo Carlotto, autore che mi piace molto.

Se non lo conoscete vi consiglio di provarlo. Fra i suoi libri, particolarmente incisivi due non esattamente romanzi: Il fuggiasco (autobiografico) e Le irregolari. Buenos Aires horror tour (inchiesta).

Questo è il romanzo che ho preso:

Blues per cuori fuorilegge e vecchie puttane – Massimo Carlotto

 

In biblioteca #35

Passaggio in biblioteca, stavolta quattro romanzi di Philip K. Dick. Fantascienza da alternare alle dosi di romance cui mi dedico negli ultimi tempi…

Non mi pare di aver mai sentito parlare di questi libri che ho preso, anche se ho letto parecchio di Dick. Sono curiosa.

Occhio nel cielo – Philip K. Dick
Follia per sette clan – Philip K. Dick
Svegliatevi dormienti – Philip K. Dick
E Jones creò il mondo – Philip K. Dick

Li avete letti?

 

 

 

In biblioteca #34

Anche se devo finire un romanzo preso quasi tre mesi fa (ho letto molte altre cose, nel frattempo), oggi ho portato a casa altri tre volumi.

Di carne e di nulla – David Foster Wallace

Il libro del mare Morten a. Strøksnes

L’ultimo dipinto di Sara De Vos – Dominic Smith

Li avete letti?