Pubblicato in: Segnalazione nuove uscite

Un marito per Martha – Ella S. Bennet * Segnalazione

Segnalo la pubblicazione di questo breve romanzo rosa ambientato nel periodo Regency, sia nel formato ebook kindle sia come libro cartaceo. È il terzo romance di ambientazione Regency scritto da questa autrice.

Questa la presentazione dell’autrice

Questo romanzo breve è, come gli altri di ambientazione Regency che ho scritto, una sorta di fiaba (in questo caso direi che si tratta di una delle innumerevoli versioni di Cenerentola). Non vi troverete scene di sesso, è una semplice storia d’amore.

Forse la vicenda non è molto realistica, per questo l’ho paragonata a una fiaba. L’intento è quello di offrire un racconto gradevole, con personaggi credibili e coerenti, per una lettura piacevole e rilassante.

Cover Un marito per Matha EBOOK by RCG (2)

Questa la sinossi

Romanzo breve di ambientazione Regency

Miss Martha Stevens ha diciannove anni, è orfana e vive con dei lontani parenti, di cui ricambia l’ospitalità occupandosi di molti dei lavori di casa. Quando i parenti progettano di darla in moglie a un vecchio, Martha decide di fuggire.
Prima di andare verso il Nord a cercare un lavoro, Martha accetta l’invito di Claire, la figlia dei conti di Allston, con cui aveva stretto amicizia nel collegio per signorine che frequentava quando i genitori erano vivi.
Nella residenza del conte ci sono altri ospiti e fra questi alcuni gentiluomini. Claire vorrebbe che uno di questi chiedesse a Martha di sposarlo e si adopera perché questo succeda.

Ma le cose non vanno come Claire aveva previsto…

L’autrice
Ella S. Bennet ama follemente i libri e le belle storie. Legge e scrive in ogni minuto del suo tempo libero. A questo link il suo blog: Ella S. Bennet e le sue storie.

La cover
è stata realizzata da Romance Cover Graphic.

Pubblicato in: I miei libri, Scrittura

Scrivendo #2

La storia che sto finendo di revisionare, e che per ora continua a mancare di titolo e cover, è tendenzialmente un romanzo rosa che si avvolge intorno a una trama un po’ gialla.

La definizione “un po’ gialla” significa che non ci sono omicidi anche se c’è una sorta di indagine.

Tendenzialmente rosa” invece vuol dire che non rispetta i classici canoni del romance in quanto la protagonista non è la Cenerentola di turno né la fanciulla da salvare…

Di solito i miei testi più lunghi non appartengono mai a un genere preciso, anche perché quando scrivo seguo l’idea che ho in mente: una trama, dei personaggi; spesso andando avanti nella scrittura la storia si amplia o si modifica rispetto allo spunto iniziale, come se i personaggi stessi mi suggerissero dove e come integrare o cambiare.

Nella maggior parte dei miei romanzi c’è un aspetto “un po’ giallo”, immagino che derivi dal fatto che ho letto molti romanzi di questo genere, soprattutto da ragazzina e da giovane. Fra gli autori di cui ho letto tutto o quasi tutto: Agatha Christie, Edgar Wallace, John Dickson Carr, Ellery Queen, S. S. Van Dine, Mignon G. Eberhart.

Per chi non li conoscesse aggiungo che i romanzi di Edgar Wallace (1875 – 1932) hanno tutti la stessa caratteristica: sono gialli per un 70-80% e rosa per la restante parte: c’è sempre una fanciulla – spesso in pericolo – e un salvatore, non necessariamente l’investigatore di turno. Le opere degli altri autori sono, invece, nella maggior parte dei casi solo gialli, anche se alcune hanno anche la loro componente rosa.

Quindi, tornando alla mia nuova storia, per il momento concludo dicendo che la potrei definire “arancione”…