Pubblicato in: Citazioni, versi

William e Emily – Antologia di Spoon River – Edgar Lee Masters

(Edgar Lee Master (1868 – 1950) * Spoon River Anthology, ovvero l’Antologia di Spoon River è del 1915 – la traduzione riportata è di Fernanda Pivano (1917 -2009))

Di questa poesia mi hanno colpita, fino dalla prima volta in cui l’ho letta, i primi due versi. È malinconica, a mio parere. Sì, è decisamente malinconica.

C’è qualcosa nella Morte
che ricorda l’amore.
Se con qualcuno con cui avete conosciuto la passione,
e la vampa del giovane amore,
dopo anni di vita comune,
sentite spegnersi la fiamma;
e così insieme svanite,
a poco a poco, soavemente,
per così dire abbracciati,
nella stanza consueta –
c’è, fra gli spiriti, un unisono
che ricorda l’amore!

cover Spoon River

 

 

Pubblicato in: Citazioni, versi

La signora Kessler – Antologia di Spoon River – Edgar Lee Masters

(Edgar Lee Master (1868 – 1950) * Spoon River Anthology, ovvero l’Antologia di Spoon River è del 1915 – la traduzione riportata è di Fernanda Pivano (1917 -2009))

Questa è un’altra delle poesie che mi piacciono, della raccolta. Per questo parallelismo fra una lavandaia e la Vita, credo.

Il signor Kessler, sapete, era nell’esercito,
e prendeva sei dollari al mese si pensione,
e se ne stava sull’angolo della via a parlare e di politica
o rimaneva in casa a leggere le Memorie di Grant:
e io mantenevo la famiglia lavando
e apprendendo i segreti di tutti
da coperte e coltri, camicie e sottane,
perché le cose nuove diventano vecchie, alla fine,
sono sostituite da migliori o non lo sono affatto:
la gente può prosperare o decadere.
E gli strappi e le toppe si allargano col tempo;
né l’ago e il filo può seguire la rovina,
e ci son macchie che sfidano il sapone,
e ci sono colori che stingono vostro malgrado,
per quanto vi si accusi di rovinare il vestito.
Fazzoletti, tovaglie hanno i loro segreti –
la lavandaia, la Vita, sa tutto intorno a ciò.
E io che andai a tutti i funerali
che ci furono a Spoon River, giuro che mai
ho visto la faccia di un morto senza pensare che pareva
qualcosa di lavato e stirato.

20180301_104409 S Kessler


Pubblicato in: Citazioni, versi

Sholfield Hurley – Antologia di Spoon River – Edgar Lee Masters

(Edgar Lee Master (1868 – 1950) * Spoon River Anthology, ovvero l’Antologia di Spoon River è del 1915 – la traduzione riportata è di Fernanda Pivano (1917 -2009))

Per me in questa poesia c’è il senso della vita, quella degli esseri umani, intendo. O, meglio, uno dei possibili, molto pessimistico.

Credo che la mia lettura sia molto personale, forse non ho capito la poesia. Ma di ogni testo che leggiamo, di ogni quadro che guardiamo, per noi conta ciò che ci suggerisce, che ci fa vibrare dentro, magari quel qualcosa in cui ci riconosciamo. Almeno, io la penso così.

Dio! Non chiedermi di elencare le tue meraviglie.
Ti riconosco le stelle e i soli
e i mondi innumerevoli.
Ma ho misurato le loro distanze
e li ho pesati e ho scoperto la loro materia.
Ho inventato ali per l’aria,
e chiglie per l’acqua,
e cavalli di ferro per la terra.
Ho accresciuto milioni di volte la vista che tu mi desti,
e l’udito che mi desti, milioni di volte;
ho valicato lo spazio con la parola,
e preso dall’aria il fuoco per farne luce.
Ho costruito grandi città e perforato colline,
e gettato ponti su acque maestose.
Ho scritto l’Iliade e l’Amleto;
ho esplorato i tuoi misteri,
e ti ho cercato senza posa,
e ti ho ritrovato dopo averti perduto
in ore di stanchezza –
e ti chiedo:
ti piacerebbe creare un sole
e l’indomani avere i vermi
che ti brulicano in mezzo alle dita?

Insomma, il destino di ciascuno è lo stesso, ed è inevitabile, anche se si tratta dello scienziato più geniale o dell’artista più eccelso. Alla fine soltanto i vermi.

IMG_3109 BL SpR

 

Pubblicato in: Almanacco, Libri

Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 18 luglio

William Makepeace Thackeray (1811 – 1863), scrittore inglese.

Non ho letto niente di lui, nemmeno “La fiera delle vanità”, però tanti anni fa ho visto “Barry Lindon” il film di Stanley Kubrick tratto dal suo romanzo “Le memorie di Barry Lindon”.

 

Fernanda Pivano (1917 – 2009), traduttrice e scrittrice italiana.

Ho letto delle sue traduzioni, fra cui quelle delle poesie dell’Antologia di Spoon River, e qualcosa sulla musica, anche se non ricordo cosa. L’ho anche sentita parlare in radio, vista in tivù.