Pubblicato in: Libri, Segnalazione nuove uscite

Il piano di Archer (Jolly Roger vol. 5), Gabriele Dolzadelli * Segnalazione

Segnalo l’uscita di questo ebook (amazon kindle), il quinto ed ultimo episodio della saga scritta da Gabriele Dolzadelli. Si tratta di intriganti romanzi di avventure, ambientati nei mari caraibici.

Io ho letto tutti precedenti ebook e presto leggerò anche questo e vi saprò dire. Nel blog ho parlato dei volumi 2 e 3 di questa saga, a questo link nonchè del quarto.

Il primo volume della saga, La terra di nessuno, è disponibile gratuitamente per gli abbonati ad Amazon Prime, grazie al nuovo servizio Prime Reading.

cover Jolly Roger 5

Sinossi

1670. Lord Archer, saputo della colonia fondata dai pirati a Puerto Dorado, intende sradicare l’illegalità dai Caraibi e per raggiungere il suo scopo è disposto anche a minacciare la vita dell’unico figlio di Quentin Ember, il più spietato tra i Fratelli della Costa. Sarà compito della ciurma della Mala Suerte, guidata da Yan lo Sfregiato, dalla piratessa Betty Lou e dal mercenario Jorge Ximenez, difendere l’isola e riportarvi la pace. Mentre i pirati combattono per la loro libertà, i due fratelli O’Neill, inseguendo un antico, terribile mistero, faranno la scelta più dolorosa della loro vita. L’epopea di Jolly Roger giunge al suo epilogo: chi non incontrerà la morte dovrà fare i conti con quello che è diventato, perché ciò che il mare restituisce alla riva non è mai uguale a ciò che ha portato via.

 

 

Pubblicato in: Libri

La torre del ribelle (Jolly Roger vol. 4), Gabriele Dolzadelli * Impressioni di lettura

Anche in questo quarto romanzo della saga avventure e ribaltamenti di fortuna si susseguono, i colpi di scena non mancano: la lettura è avvincente.

Le vicende dei vari personaggi continuano a intrecciarsi, importanti eventi del passato di alcuni di loro vengono svelati tramite brevi flash back: questo consente una migliore comprensione dei motivi che li spingono ad agire in un modo piuttosto che in un altro.

cover torre Jolly Roger 4

La storia è complessa ma l’autore riesce a condurla senza strappi, i cambiamenti e gli avvenimenti, anche quelli inaspettati, sono sempre credibili e in linea con i personaggi che, perciò, risultano coerenti.

Insomma, a mio parere un buon romanzo di avventure.

Ripropongo la sinossi mentre, a questo link, potete leggere le mie impressioni sui volumi 2 e 3 della saga. Il romanzo è disponibile come ebook kindle.

Sinossi

1670. L’isola di Puerto Dorado è caduta in mano ai pirati di Cuerto Malos, che ne vogliono fare il loro nuovo rifugio. I leggendari Fratelli della Costa hanno in mente un progetto ambizioso: radunare tutti i bucanieri dei Caraibi e sconfiggere l’Inghilterra, liberando i mari dal suo dominio. A ostacolarne i piani ci penserà l’infido Olonese, un feroce capitano noto per le sue crudeli torture, che ha un debito di sangue in sospeso con il mercenario Jorge Ximenez. Mentre duelli, alleanze e sotterfugi danno sfogo a una terribile lotta intestina, la Nigra Muerte dei ribelli spagnoli procede a vele spiegate verso l’antico tempio perduto di Nimrod guidata solo dalle promesse di gloria di un inaffidabile prigioniero, l’enigmatico Isaac Ben Yehudah.

 

Pubblicato in: Libri

La torre del ribelle (Jolly Roger vol. 4), Gabriele Dolzadelli * Segnalazione

Segnalo l’uscita di questo ebook, il quarto episodio di una serie di cinque, scritto da Gabriele Dolzadelli. Si tratta di una saga composta da intriganti romanzi di avventure, ambientati nei mari caraibici.

Io lo leggerò a breve e vi saprò dire. Nel blog ho parlato anche dei volumi 2 e 3 di questa saga, a questo link.

cover torre Jolly Roger 4

Sinossi

1670. L’isola di Puerto Dorado è caduta in mano ai pirati di Cuerto Malos, che ne vogliono fare il loro nuovo rifugio. I leggendari Fratelli della Costa hanno in mente un progetto ambizioso: radunare tutti i bucanieri dei Caraibi e sconfiggere l’Inghilterra, liberando i mari dal suo dominio. A ostacolarne i piani ci penserà l’infido Olonese, un feroce capitano noto per le sue crudeli torture, che ha un debito di sangue in sospeso con il mercenario Jorge Ximenez. Mentre duelli, alleanze e sotterfugi danno sfogo a una terribile lotta intestina, la Nigra Muerte dei ribelli spagnoli procede a vele spiegate verso l’antico tempio perduto di Nimrod guidata solo dalle promesse di gloria di un inaffidabile prigioniero, l’enigmatico Isaac Ben Yehudah.

 

Pubblicato in: Libri

Jolly Roger Vol. 2 e 3 – Gabriele Dolzadelli * Impressioni di lettura

Ultimamente ho letto gli episodi 2 e 3 della saga Jolly Roger; il primo lo avevo letto circa un anno fa.
Rispetto a La terra di nessuno (Jolly Roger vol. 1) questi due mi sono sembrati migliori, sia per la scrittura, più accurata, che per l’intreccio e il modo di raccontarlo.
La storia è complessa, i personaggi coinvolti molti, tanto che all’inizio l’autore ne riporta l’elenco. Le vicende narrate sono realistiche, credibili e avvincenti.
In questi due episodi molte cose succedono, alleanze si sciolgono e altre si formano. Molti sono alla ricerca del misterioso scrigno nascosto nella giungla, e, comunque, tutti si trovano coinvolti nella lotta per il suo possesso, per il quale sono morti e moriranno in tanti.
Consigliati a chi apprezza i romanzi di avventura.
La saga completa prevede altri due episodi, di cui uno, il quarto, dovrebbe essere pubblicato fra non molto.

Qui sotto le sinossi

Le chiavi dello scrigno (Jolly Roger Vol. 2) cover Jollyroger 2
1670. Il nobile francese Jean Louis Lafayette, esiliato sull’isola di Puerto Dorado, nel Mar dei Caraibi, viene a conoscenza dell’ubicazione di uno scrigno capace di cambiare le sorti del mondo intero. In una sola notte gli equilibri politici, costruiti nel corso di nove anni sulla piccola isola, crollano miseramente dando inizio a una serie di eventi che metteranno a ferro e fuoco la colonia contesa. Così, mentre il giovane Sid continua la ricerca del fratello Alexander e il temibile Ludwig Van Hossell si prepara a catturare il comandante dei ribelli soprannominato “El Diablo”, inizierà una vera e propria guerra per il possesso delle quattro chiavi che aprono il misterioso scrigno. Niente sarà più come prima e i protagonisti conosciuti nel primo volume “La terra di nessuno” daranno prova di ciò di cui sono capaci per realizzare i propri desideri e ambizioni.

I fratelli della costa (Jolly Roger Vol. 3) 

cover Jollyroger 3 1670. La nave pirata Mala Suerte, capitanata dal leggendario Miguel Mendoza, fa rotta verso l’isola di Cuerto Malos, con a bordo la giovane Elisabeth, figlia del Vice Ammiraglio McLowell. Sulle sue tracce ci sono, però, ben altre due navi che viaggiano a vele spiegate. La Nigra Muerte di Jack il Galante, desideroso di liberare la ragazza, e la Emeraude del nobile Jean Louis Lafayette, interessato invece a due preziose chiavi che il pirata possiede. Ma l’isola di Cuerto Malos nasconde molte insidie. Tre temibili bucanieri, soprannominati “Fratelli della Costa”, ne dirigono i traffici appoggiando una ricca famiglia di mercanti e creando un ambiente nel quale le leggi della civiltà non esistono e la violenza fa da padrona. Così, mentre i ribelli spagnoli attendono il ritorno della Nigra Muerte a Puerto Dorado per la battaglia decisiva contro il Governatore Van Hossell, Sid e i suoi si ritroveranno ad affrontare situazioni ben peggiori di tutte quelle che si sono lasciati alle spalle.

Pubblicato in: Libri, Riflessioni

Libri letti nel mese di Gennaio 2016, #2

Ecco altre letture di questo mese: quattro ebook, quattro testi molto diversi fra loro.

Fantamatematica, Maurizio Codogno

In poche righe temi classici della fantascienza e della narrativa distopica, come viaggi nel tempo, universi paralleli, entità superiori che dispongono il destino degli umani, si intrecciano con concetti matematico-logici o con episodi della vita di grandi matematici e danno origine a racconti brevi e brevissimi, talora fulminanti, scritti con tono ironico e linguaggio fluido.
Alcune storie mi sono sembrate quasi un’”applicazione letteraria” dell’affermazione di Galileo per cui l’universo è scritto in “lingua matematica”: piccoli e piccolissimi cambiamenti di “qualcosa” modificano completamente la realtà quando non distruggono addirittura universi… 
Questi testi si “bevono”, sono davvero piacevoli. Leggere per credere (non sono necessarie conoscenze specifiche).

La terra di nessuno (Jolly Roger vol. 1), Gabriele Dolzadelli

Una storia di avventure, ambientata dal 1658 al 1670 circa, che inizia in Irlanda e prosegue nell’isola caraibica di Puerto Dorado, luogo occupato prima dagli spagnoli e poi conquistato da un’alleanza di inglesi, francesi e olandesi. A Puerto Dorado si intrecciano le vicende di vari personaggi, alcuni mossi dall’ambizione e dalla sete di potere, altri dall’amore o dall’affetto. Il romanzo è la prima parte di una serie e non è autoconclusivo. Mi è sembrato abbastanza interessante, i personaggi sono vari e caratterizzati; la scrittura però non è sempre corretta e vi sono diversi refusi.

Donne e autrici: la missione possibile del sesso memore, Sara Zelda Mazzini

Si tratta di una raccolta di 14 interviste ad autrici self e non solo, che vale la pena di leggere anche solo per l’introduzione (scritta da Sara Zelda Mazzini), in cui sono ben evidenziate le problematiche che una donna che vuole/ama scrivere si trova ad affrontare, almeno nella maggior parte dei casi (e che a me sono molto familiari). Alcune delle autrici sono anche blogger e/o giornaliste, molte hanno un lavoro (diverso dallo scrivere), sono madri di famiglia: conciliare tutti gli impegni con la scrittura non è facile. Come ho detto mi sono riconosciuta in diverse delle affermazioni riportate nelle interviste e credo che lo stesso possa accadere a qualunque donna (in particolare se scrive, ma anche se ha una qualunque altra passione) legga questo ebook. 
Penso e spero che puntualizzare una volta di più come ancora oggi (in Occidente) per le donne sia sempre una conquista dedicarsi a qualcosa che non sia la famiglia o il lavoro “tradizionale” possa aiutare le donne stesse a sentirsi più libere di seguire i loro interessi.

Invarianze di scala, Rabolas

Si tratta di una raccolta di poesie, un ebook dalla cover davvero stupenda, con tre gufi nel cavo di un tronco. (Preciso che, di solito, non sono una lettrice di poesie.) In questo ebook ho trovato belle immagini e alcune sensazioni simili quelle che ho provato anch’io. Le poesie che mi sono piaciute di più: Senza titolo, L’asino volante.