Pubblicato in: Libri

Il turista – Massimo Carlotto * impressioni di lettura

(pubblicato nel 2016)

I romanzi di Carlotto lasciano spesso l’amaro in bocca, perché, anche se di solito il cattivo ha la peggio, la vittoria dei buoni è solo parziale e magari è ottenuta a un prezzo troppo alto. Questo, direi, perché si tratta di storie realistiche, ambientate in quella che è la realtà o, comunque, in una finzione molto simile alla realtà, che tutto è fuorché rosa.

Il turista” è più amaro degli altri libri che ho letto di questo autore, la vicenda narrata è cruda e crudele, non vi sono scene che schiariscono, almeno temporaneamente, il nero che pervade l’intero libro.

Il turista è un serial killer astuto e camaleontico che uccide le sue vittime in varie città d’Europa; la sua strada si incrocia con quella di un’organizzazione di assassini; a cercare di contrastare questa organizzazione, fra gli altri, Pietro Sambo, ex commissario di polizia, che si trova più volte a dover scendere a patti con la propria coscienza.

Un noir molto nero che non lascia nemmeno uno spiraglio di speranza, perché anche i difensori della legge alla fine non sono poi molto meglio di coloro che devono combattere.

Non ho trovato la trama molto avvincente, non c’è una vera e propria indagine, è più il racconto di una sorta di sfida a chi meglio riuscirà a fregare l’altro.

I protagonisti sono il serial killer e l’ex commissario, e anche fra loro, ovviamente, si svolge una sfida.

il turista Carlotto

 

Pubblicato in: Libri, Segnalazione nuove uscite

Un amante fantasma – Marialuisa Moro – Segnalazione

teaser amante fantasma

Segnalo il nuovo ebook di Marialuisa Moro, che stavolta offre ai suoi lettori un romanzo noir passionale. A questo link potete leggere anche l’intervista che le ho fatto. E, se cercate nel blog il suo nome, potrete leggere le mie impressioni di lettura a diversi dei suoi romanzi.

 

Questa la sinossi

Confinata in un’opaca vita matrimoniale, Fiona si imbatte per caso nel suo grande amore adolescenziale di vent’anni prima e precipita nel gorgo della passione.
Gli eventi la travolgono trascinandola al limite della follia: un perverso e altalenante gioco mentale in cui il vissuto e l’immaginario si alternano nel prevaricarsi l’un l’altro.
Schiava della lussuria, pertanto incapace di reagire alle umiliazioni di cui è fatta oggetto, Fiona si trova invischiata in un crescendo di orrore, una realtà malata in cui non può più fidarsi di nessuno, costretta a giocare una partita senza vincitori né vinti.

cover amante fantasmaù

Pubblicato in: I miei libri

La grande menzogna – libro di carta

Da circa una settimana il mio romanzo circa noir La grande menzogna è disponibile sullo store di amazon anche in versione cartacea, allo stesso link dell’ebook.

Questo è un breve brano, scritto in prima persona da uno dei protagonisti.

Sabina è bellissima. Non sono solo io a dirlo, ma chiunque la conosce non può fare a meno di ammirare il suo corpo perfetto, il suo volto regolare, i suoi morbidi capelli biondi. Da quando, due anni fa, è stata tra le finaliste del concorso nazionale per Miss Mondo ha molto successo come modella. Posa per fotografi illustri e fra breve, ne è sicura e lo sono anch’io, lavorerà in televisione.

Quando sono con lei sguardi carichi di invidia mi si posano sulle spalle. So cosa gli altri uomini si chiedono: come può quello lì, che non è né bello né aitante né ricco accompagnarsi al Sole? Spesso me lo chiedo anch’io. Perché ha scelto me, uno come tanti? Lei che è la più bella, la più brava. So che un giorno mi lascerà, che la nostra storia non durerà per sempre e soffro paventando quel momento. Intanto la coccolo, la vizio. Soffoco dentro di me la piovra della gelosia che mi tormenta ogni volta che non siamo insieme, anche se non posso impedirmi di soffrire.

la grande menzogna

 

Pubblicato in: Libri

Constance contro tutti – Ray Bradbury * impressioni di lettura

(titolo originale Let’s all kill Constance, 2003; letto nell’edizione 2003, trad. Giuseppe Lippi * Ray Bradbury (1920 – 2012))

cover Constance

Devo ammettere che non ho capito molto questo romanzo e questo mi spiace. O, meglio, non abbastanza da sentirmi trascinata o affascinata, eccetto per le frasi che ho riportato in due post. L’idea è intrigante, ma forse per cogliere bene ogni implicazione avrei dovuto conoscere di più la storia del Cinema.
Sul risvolto di copertina (che non avevo consultato prima di prendere in prestito il volume in biblioteca, mi bastava che l’autore fosse Bradbury e poi, diciamocelo, l’immagine di copertina è davvero ammiccante) si legge inoltre che i personaggi di questo libro erano già stati protagonisti di altri due romanzi, che io non ho letto, quindi forse – dico forse – anche per questo non mi sono gustata a dovere “Constance contro tutti”.
Chi è Constance? Constance Rattigan è una stella del cinema muto. E il suo essere attrice in pratica è la sostanza dell’intero romanzo. Fra gli altri personaggi un giovane scrittore e un poliziotto, del resto si tratta di una sorta di giallo o di noir.

 

 

Pubblicato in: Libri, Segnalazione nuove uscite

Il buio in rete: noir – Marialuisa Moro – Segnalazione

Segnalo il nuovo romanzo di Marialuisa Moro, un’autrice self davvero brava e molto amata dai lettori. A questo link potete leggere anche la mia intervista a Marialuisa Moro. E, se cercate nel blog il suo nome, potrete leggere le mie impressioni di lettura a diversi dei suoi romanzi. Lo trovate come ebook amazon kindle..cover buio in rete MM

Questa la sinossi

Iveta, ventenne studentessa praghese, convinta di avere in mano degli elementi validi, vola in Italia per fare luce sulla sorte dell’amica Hana, scomparsa il giorno del suo arrivo e poi trovata morta e seviziata in un sotterraneo. Nel corso delle sue indagini personali, si trova suo malgrado vittima di un’attrazione fatale verso un ragazzo che potrebbe essere – o non essere- l’assassino della sua più cara amica. In una serie di alti e bassi, di luci e di ombre, di colpe e discolpe che non le danno tregua, cede alla passione, si pente, cede ancora… Ma chi è davvero l’irresistibile Mauro? Alla controversa personalità di Iveta fanno da sfondo una magica Praga e una Milano cupa e sinistra, popolata di personaggi perversi.

 

Pubblicato in: Libri

L’ammerikano – Pietro De Sarlo * segnalazione

Segnalo l’uscita di questo romanzo edito da Europa, nella collana Edificare universi. Il romanzo è disponibile sia in formato ebook che cartaceo.

Sinossi

Il tranquillo scorrere della vita a Monte Saraceno, un piccolo paese dell’Appennino lucano, viene sconvolto dall’arrivo di un uomo dal passato oscuro e inquietante: l’Ammerikano.

cover ammerikano

Wilber Boscom, l’ultimo discendente di una coppia emigrata clandestinamente negli Stati Uniti, ha appena portato a compimento la sua personale e atroce vendetta contro una famiglia mafiosa italo-americana, gli Zambrino, ed è per questo costretto a fuggire per evitare sanguinose ritorsioni. Ma appena l’uomo approda nel piccolo centro all’ombra dei pozzi di petrolio della Val D’Agri, il suo passato si intreccia con la placida realtà del luogo, alterandone inevitabilmente gli equilibri e innescando una sequenza di eventi che vede in Vincenzo, un suo lontano parente, un contraltare perfetto del protagonista.

La fitta trama di questo libro si snoda in modo piacevole, alternando tragedia e commedia, noir e rosa, ma tenendo sempre alto il livello emotivo della narrazione, e ciò che scorre sotto la superficie del romanzo, condotto con uno stile avvincente e al contempo ironico, è una sovrapposizione di strati splendidamente contrastanti, dove finanza e traffici internazionali si mischiano alle tradizioni e ai vizi di un’Italia che non c’è più. Che crediamo non ci sia più…

Il romanzo, uscito il 22 novembre 2016, è di 204 pagine; il costo dell’ebook è di 9,49 € per l’ebook e 12,67 per il cartaceo (ISBN-10: 8893840391)

 

Pubblicato in: Libri

Un piccolo scambio – Marialuisa Moro – Impressioni di lettura

Un romanzo inquietante dalla prima all’ultima parola, un protagonista per il quale ho trovato impossibile parteggiare ma che contagia il lettore con la sua ansia: Marialuisa Moro ha mostrato ancora una volta la sua innegabile capacità di descrivere personaggi dalla psiche tormentata e incapaci di affrontare la propria realtà.
Ernst Bauer, scrittore fallito, approfitta dell’incontro con uno scrittore famoso per inseguire il suo sogno di successo ma, in questo tentativo, perde di vista completamente quale sia il confine fra il bene e il male e le azioni che compie sono dettate solo da quello che lui ritiene il suo interesse.
Tutti i personaggi che incontra sono interessanti e ben disegnati, in certo senso ciascuno di essi rappresenta una diversa categoria e, insieme, contribuiscono a comporre un quadro tutt’altro che edificante. cover-piccolo-scambio-mm
Il racconto procede con un ritmo sostenuto, è ben scritto e non manca il colpo di scena finale. Un noir in piena regola.

 

Questa la sinossi

Ernst Bauer è un aspirante scrittore fallito, esasperato dai ripetuti rifiuti da parte degli editori e angosciato dallo spirito onnipresente della madre, che acuisce le sue frustrazioni. In una desolata sera di pioggia, estrae dalle lamiere della sua auto un noto scrittore, reduce da un grave incidente. In un flash, nella sua mente si fa strada un’idea che, complice un imprevisto, prenderà una piega diabolica.

A questo link la mia precedente segnalazione.

 

Pubblicato in: Libri

Il cappello del prete – Emilio De Marchi * Impressioni di lettura

(prima edizione del 1888)
Di quando in quando mi capita di scaricare ebook gratuiti, relativi a romanzi i cui diritti d’autore sono scaduti e questo è uno degli ultimi che ho letto.
Si tratta non tanto di un giallo, anche se c’è un omicidio, quanto della storia di un rimorso. È comunque considerato il romanzo capostipite del noir italiano.
La vicenda è ambientata a Napoli, dove un nobile, il barone Carlo Coriolano di Santafusca, pieno di debiti e senza risorse, risolve di assassinare un prete, prete Cirillo, “un uomo pieno di denari, che egli aveva radunati un poco coll’usura, prestando ai pizzicagnoli,ai pescivendoli, ai galantini della Sezione, e molto colle vincite al lotto.”

cover-cappello-prete

Attenzione un po’ di SPOILER…
In realtà secondo me il finale è chiaro fino dall’inizio, l’interessante è il racconto di come vi si giunge.
L’omicidio si svolge secondo i piani del barone, ma il cappello nuovo che il prete aveva appena ritirato dal cappellaio agita le carte e alimenta il timore di essere scoperto e il rimorso del barone. Sembra infatti che il cappello viva di vita propria e il suo passare di mano in mano, fino a tornare in quella di chi l’aveva confezionato, desta nelle istituzioni e nella gente il dubbio che il prete abbia fatto una brutta fine.
Le indagini portano alla tenuta di campagna del barone che, alla lunga, non regge all’ansia e, quando viene interrogato, invece di limitarsi a rispondere “non so nulla” come aveva programmato di fare, si autoaccusa, svelando dettagli che solo l’assassino può conoscere.
Come contraltare ai due personaggi negativi, ovvero il barone e il prete, il quale, anche se vittima, era stato per tutta la vita un avido profittatore, c’è un altro sacerdote, il vecchio prete della parrocchia di Santafusca, Don Antonio, il cui scrupolo, perfino eccessivo, dà l’avvio alla parte pubblica delle vicende del cappello. Il vecchio è profondamente buone e coscienzioso, e agisce sempre coerentemente con quanto afferma con queste parole rivolte al campanaro Martino: “Voglio dire che il buon cristiano non deve tanto guardare al suo diritto quanto al suo dovere.”

Insomma è una buona storia, la psicologia dei personaggi è ben descritta; il tono è a volte anche ironico e l’ambientazione, lontana nel tempo oltre un secolo, è interessante. Del resto De Marchi è considerato un narratore importante.

Dalla premessa dell’autore alla prima edizione

è un romanzo d’esperimento,…
Due ragioni mossero l’autore a scriverlo.
La prima, per provare se sia proprio necessario andare in Francia a prendere il romanzo detto d’appendice,…
La seconda ragione, fu per esperimentare quanto di vitale e di onesto e di logico esiste in questo gran pubblico così spesso calunniato e proclamato come una bestia vorace che si pasce solo di incongruenze, di sozzure, di carni ignude, e alla quale i giornalisti a centomila copie credono di servire di truogolo.
L’esperimento ha dimostrato già a quest’ora le due cose, cioè che anche da noi si saprebbe fare come gli altri, e col tempo forse molto meglio per noi, e poi che il signor pubblico è meno volgo di quel che l’interesse e l’ignoranza nostra s’ingegnano di fare.

 

Pubblicato in: I miei libri, Recensioni ai miei ebook

Una recensione a “Tre brevi storie con delitto e altri racconti”

Una bella recensione alla mia raccolta di racconti noir, ma non solo, Tre brevi storie con delitto e altri racconti , sul blog di Chiara, che ringrazio.

La recensione si può leggere a questo link:

http://lasagadireba.blogspot.it/2016/11/recensione-tre-brevi-storie-con-delitto.html

copertina-tre-ridim-ott-2014