Pubblicato in: Segnalazione nuove uscite

2020: Il lockdown e la pandemia in prosa e poesia – Daniela Domenici * segnalazione

Daniela Domenici pubblica un nuovo libro, ancora una volta dedicato al lockdown e alla pandemia.

Con le consuete sensibilità e giocosità l’autrice racconta le sue esperienze e gioca con le parole. La raccolta è preceduta dalla prefazione di Graziana Zaccheo. La copertina e l’impaginazione sono a cura di Tiziano Del Vino.

Il libro è disponibile in versione ebook e cartacea su amazon.

Sinossi

L’autrice ci accompagna con leggerezza e ironia in questo lungo e difficile 2020, offrendoci nuove prospettive e utili spunti di riflessione. In questa seconda parte del suo diario della pandemia Daniela Domenici regala ancora una volta emozioni, il suo ottimismo pervade queste pagine, dai pezzi in prosa alle composizioni in rima, contagiando la lettrice e il lettore… e spontaneo nasce un complice sorriso.

Pubblicato in: Segnalazione nuove uscite

Mare d’Amore: In viaggio con le parole – Daniela Domenici e Graziana Zaccheo * segnalazione

Una nuova raccolta di versi scritti a quattro mani da Daniela Domenici, e Graziana Zaccheo; disponibile per il momento in formato ebook. A cura di Tiziano Del Vino.

Sinossi

In questo secondo viaggio letterario a due, le autrici ci raccontano in versi di sentimenti profondi, di luoghi interiori, di affinità elettive. Le loro due anime s’incontrano, si confrontano, esprimendo la loro grande forza emotiva, fondata sugli affetti essenziali e sul grande amore per la vita, in tutte le sue forme. Un dialogo tra due donne diverse che si svelano l’una all’altra, navigando tra le onde del cuore.

Pubblicato in: Citazioni, versi

Ad un nuovo giornale – Antonio Ghislanzoni

Un’altra poesia da “Libro proibito” (1878), poesie di Antonio Ghislanzoni (Lecco, 25 novembre 1824 – Caprino Bergamasco, 16 luglio 1893), che ho scaricato dalla “biblioteca” del Progetto Gutemberg.

Versi ironici, un messaggio che è anche un’ammonizione.

AD UN NUOVO GIORNALE
Alla Voce del popolo            
Mando gli auguri miei;            
Pur non credo al provverbio            
Vox populi, vox Dei.        
Recenti e antiche istorie        
Mostran che suol tal voce        
Spesso Barabba assolvere        
Per metter Cristo in croce.

cover Libro Proibito Ghislanzoni

Pubblicato in: Citazioni, versi

A giovane letterato – Antonio Ghislanzoni

Ho scaricato dalla “biblioteca” del Progetto Gutemberg alcuni ebook, fra questi “Libro proibito” (1878), poesie di Antonio Ghislanzoni (Lecco, 25 novembre 1824 – Caprino Bergamasco, 16 luglio 1893).

Qui sotto ne riporto una il cui messaggio mi pare sempre attuale…

A GIOVANE LETTERATO

Per esser buon scrittore
Voglionsi ingegno e cuore;  
Non t’impancare a scole,    
Non pensar come vuole    
La moda; scrivi quello    
Che ti detta il cervello;      
Sii naturale, schietto,  
Onesto— e sarai letto.

cover Libro Proibito Ghislanzoni

 

Pubblicato in: Segnalazione nuove uscite

Attimi eterni: Secondo volume – Debora Fazio * segnalazione

Segnalo l’uscita dell’ultimo ebook di Debora Fazio, una raccolta di poesie scritte fra il 2018 e il 2020, seguito ideale della precedente raccolta, “Attimi eterni”.

cover Attimi eterni Debora Fazio

Sinossi

IL LIBRO

Raccolta di poesie scritte tra il 2018 e il 2020.
“L’arte non ha sesso.
Essa va oltre il concetto di maschile e femminile,
ma li include entrambi al tempo stesso.
L’arte non ha fine.
Rinasce sempre dalle sue ceneri.
Immortale.”

L’AUTRICE
Debora Fazio, classe 1990, Diplomata con il massimo dei voti all’Istituto Magistrale, indirizzo Socio-Psicopedagogico ha, fin dall’età di dodici anni,
sviluppato una grande passione per la scrittura, la letteratura, la poesia, la musica e l’arte.
Ha pubblicato la sua prima opera nel 2015, dopo tredici anni di studio e gavetta.
È autrice letteraria, poetica e musicale e book blogger.
Appassionata, inoltre, di psicologia, criminologia, diritto, teologia, cultura in generale.

Pubblicazioni:

Jason – il coraggio di vivere, 20 Luglio 2015, romanzo di formazione a tematica Lgbt.

Attimi Eterni, 5 Dicembre 2015, raccolta di poesie scritte tra il 2013 e il 2015.

Una donna nel vento, 5 Febbraio 2016, racconto di narrativa contemporanea.

Esta vida: la historia de Emma De Francisco, 26 Marzo 2017, racconto di narrativa contemporanea.

Pubblicato in: Libri

Lockdown memories: si può giocare con tutto – Daniela Domenici * impressioni di lettura

Nel titolo di questo libro c’è il vocabolo giocare, ma certo non è da intendersi in un senso irrispettoso nei confronti della tragedia che ha sconvolto il nostro paese e tutti gli altri stati del mondo.

È con le parole, sostanzialmente, che l’autrice gioca e lo fa con amore per le parole stesse e per quello che con esse descrive. Con poesie, deliziosi tautogrammi, petit onze, riflessioni e brevi fiabe racconta i suoi mesi di lockdown e la sua esperienza di insegnante, di nonna, di persona che da casa ascoltava le drammatiche notizie che tutti sappiamo. Un diario composto di frammenti – anche in inglese – che esprimono con leggerezza (ben diversa dalla superficialità) timori e speranze che in molti condividiamo e, soprattutto, la sensazione di estraniamento che il dover rimanere in casa e non poter avere contatti nemmeno con i parenti più prossimi ha suscitato, sensazione che trova la sua manifestazione più immediata nella domanda delle nipotina: “Perché non possiamo abbracciarti?”

Ed è proprio con una poesia sul ritrovarsi con gli amati nipoti, dopo la fine del lockdown, che la narrazione di Daniela Domenici si conclude.

cover Lockdown Daniela d

 

Pubblicato in: Libri, versi

Granelli di universo – Daniela Domenici * impressioni di lettura

Una deliziosa raccolta di poesie, specchio del modo in cui l’autrice si approccia alla vita e alle esperienze che questa le riserva. Daniela Domenici riesce sempre a cogliere gli aspetti positivi dell’esistenza, ma va oltre: ogni sua frase celebra la meraviglia della natura e degli incontri con le persone e l’arte, con entusiasmo ma anche consapevolezza. Non mancano pennellate di garbata ironia e in ogni componimento traspare il gusto e il divertimento di “giocare” con le parole.
Leggere queste poesie riscalda il cuore, se al mondo ci fossero più persone come Daniela, il mondo sarebbe un posto migliore.
(letto con kindle unlimited)

Sinossi

la mia prima (e unica) silloge poetica

cover Domenici Granelli

 

 

Pubblicato in: Libri

In biblioteca #37

Passaggio in biblioteca, oggi.

Presi libri di poesie (per un laboratorio teatrale a cui parteciperò) e di cui penso che leggerò qualcosa qua e là, cercando soprattutto un’illuminazione.
Poi due gialli e un romanzo che in qualche modo mi ha chiamata dall’espositore.

Ecco l’elenco:

su Alda Merini – Il sigillo della poesia – La vita e le opere
Dino Campana – Canti orfici e altre poesie
Dino Campana – Sparso per il mondo – Autografi sparsi 1906 – 1918
Laura Pariani – Di ferro e d’acciaio
Maria Masella – Mariani e il caso cuorenero
Maria Masella – Io so – l’enigma di Mariani.

Che ve ne pare? Avete letto qualcuno di questi libri?




Pubblicato in: Libri, Riflessioni

Libri letti nel mese di Gennaio 2016, #2

Ecco altre letture di questo mese: quattro ebook, quattro testi molto diversi fra loro.

Fantamatematica, Maurizio Codogno

In poche righe temi classici della fantascienza e della narrativa distopica, come viaggi nel tempo, universi paralleli, entità superiori che dispongono il destino degli umani, si intrecciano con concetti matematico-logici o con episodi della vita di grandi matematici e danno origine a racconti brevi e brevissimi, talora fulminanti, scritti con tono ironico e linguaggio fluido.
Alcune storie mi sono sembrate quasi un’”applicazione letteraria” dell’affermazione di Galileo per cui l’universo è scritto in “lingua matematica”: piccoli e piccolissimi cambiamenti di “qualcosa” modificano completamente la realtà quando non distruggono addirittura universi… 
Questi testi si “bevono”, sono davvero piacevoli. Leggere per credere (non sono necessarie conoscenze specifiche).

La terra di nessuno (Jolly Roger vol. 1), Gabriele Dolzadelli

Una storia di avventure, ambientata dal 1658 al 1670 circa, che inizia in Irlanda e prosegue nell’isola caraibica di Puerto Dorado, luogo occupato prima dagli spagnoli e poi conquistato da un’alleanza di inglesi, francesi e olandesi. A Puerto Dorado si intrecciano le vicende di vari personaggi, alcuni mossi dall’ambizione e dalla sete di potere, altri dall’amore o dall’affetto. Il romanzo è la prima parte di una serie e non è autoconclusivo. Mi è sembrato abbastanza interessante, i personaggi sono vari e caratterizzati; la scrittura però non è sempre corretta e vi sono diversi refusi.

Donne e autrici: la missione possibile del sesso memore, Sara Zelda Mazzini

Si tratta di una raccolta di 14 interviste ad autrici self e non solo, che vale la pena di leggere anche solo per l’introduzione (scritta da Sara Zelda Mazzini), in cui sono ben evidenziate le problematiche che una donna che vuole/ama scrivere si trova ad affrontare, almeno nella maggior parte dei casi (e che a me sono molto familiari). Alcune delle autrici sono anche blogger e/o giornaliste, molte hanno un lavoro (diverso dallo scrivere), sono madri di famiglia: conciliare tutti gli impegni con la scrittura non è facile. Come ho detto mi sono riconosciuta in diverse delle affermazioni riportate nelle interviste e credo che lo stesso possa accadere a qualunque donna (in particolare se scrive, ma anche se ha una qualunque altra passione) legga questo ebook. 
Penso e spero che puntualizzare una volta di più come ancora oggi (in Occidente) per le donne sia sempre una conquista dedicarsi a qualcosa che non sia la famiglia o il lavoro “tradizionale” possa aiutare le donne stesse a sentirsi più libere di seguire i loro interessi.

Invarianze di scala, Rabolas

Si tratta di una raccolta di poesie, un ebook dalla cover davvero stupenda, con tre gufi nel cavo di un tronco. (Preciso che, di solito, non sono una lettrice di poesie.) In questo ebook ho trovato belle immagini e alcune sensazioni simili quelle che ho provato anch’io. Le poesie che mi sono piaciute di più: Senza titolo, L’asino volante.


Pubblicato in: Libri, Riflessioni

Libri letti nel mese di Luglio 2015

Ecco l’elenco dei libri letti in Luglio.

Il trono di spade, George R.R. Martin

(titolo originale A game of Thrones – Book one of a Song of Ice and Fire, trad. Sergio Altieri) Un romanzo che quasi tutti conoscono, come tale o in una sua forma derivata e di cui ho scritto qualcosa qui.

Omicidi all’ombra del Vaticano: i delitti delle catacombe, Flaminia Mancinelli

Un thriller che è molto di più di un’avvincente storia di delitti e indagini, è un racconto complesso e ben sviluppato, nonché ben scritto, che offre molteplici spunti di riflessione su argomenti importanti e talvolta difficili, trattati dall’autrice con chiarezza e con misura. A me è piaciuto molto, tanto che gli ho dedicato un intero articolo, questo.

Il giardino dei segreti, Kate Morton

(titolo originale The forgotten garden, trad. di Alessandra Emma Giagheddu) La storia di tre donne, legate da vincoli di parentela e appartenenti a tre diverse generazioni, un mistero legato alle origini di una di loro: un romanzo intrigante, in cui una delle protagoniste scrive fiabe che, per mezzo di simboli, raccontano molto delle sue vicende. Dall’Australia alla Cornovaglia, alla ricerca della verità, nascosta, forse, in un cottage ricevuto in eredità dalla nonna e nel suo giardino. Ho letto questo libro incuriosita dalla recensione pubblicata sul blog thelarkandtheplunge e il romanzo non mi ha delusa.

Trascrivo un breve passaggio, sulla scrittura, perché lo condivido. (da pag.349)

Anzi, più scriveva e più le idee le si affollavano in testa premendo per uscire. Non sapeva se i suoi racconti fossero belli ma in realtà non le importava molto. Erano suoi, e il fatto di metterli per iscritto in un certo senso li rendeva veri. I personaggi che nascevano nella sua mente, una volta trasferiti sulla pagina, diventavano audaci e assumevano vezzi che lei non sospettava, dicevano cose di cui lei non era al corrente, adottavano comportamenti imprevedibili.

Il grande inverno, George R.R. Martin

(titolo originale A game of Thrones – Book one of a Song of Ice and Fire, trad. Sergio Altieri) Il secondo episodio della famosa saga. Bevuto in due-tre giorni. Ne ho scritto qualcosa qui.

Il canto della balena, Corrado Sobrero

Un romanzo che sembra una favola, una leggenda ma che ha più livelli di lettura. Una scrittura dal ritmo musicale, originale e molto poetica ma al tempo stesso immediata. Un testo che si legge tutto d’un fiato e a cui ho dedicato questo articolo.

Wandering among the stars – Vagabondando fra le stelle, Wirton Arvel

Una raccolta di poesie sui temi universali, come la Poesia stessa, l’Amore, la Morte, proposte al lettore insieme a brevi brani in prosa che talvolta spiegano le motivazioni dell’autore e talvolta approfondiscono gli argomenti trattati. Il risultato è una sorta di racconto e al tempo stesso un insieme di riflessioni sul significato della vita che personalmente ho trovato in buona parte condivisibili. Un testo piacevole e anche profondo, ma mai pedante né noioso; un testo dalla forma originale per un’esperienza di lettura interessante, che vale la pena fare.
L’edizione bilingue, fornendo la possibilità di leggere il testo anche in inglese, si rivela utile per il lettore italiano che vuole esercitarsi in questa lingua (e viceversa per quello di lingua inglese).

Kafra il magnifico: caccia al mago, Mala Spina

Raccontato in terza persona ma dal punto di visto di Jelicho, un simpatico furfante di mezza età, cacciatore di taglie e mercenario, che associazioni di suoi simili e guardie vorrebbero morto. Come altri (troppi) anche Jelicho si mette sulle tracce di Kafra, una sorta di mago seduttore e, ovviamente, imbroglione, con una strana facoltà: sembra non morire mai. Il racconto è ben scritto, l’ambientazione ben disegnata; la storia avvincente e tratteggiata con ironia.

In prima persona singolare, Cristiana Pivari

Buoni racconti, una panoramica di personaggi alla ricerca di se stessi, una ricerca che ciascuno fa a suo modo e con mezzi diversi. La scrittura è fluida, il linguaggio si adatta ai vari personaggi, che sono tutti ben descritti e ben caratterizzati psicologicamente.

Amanda, Giovanni Rispo

Una seduta spiritica libera Madame Belard, uno spirito malvagio in grado di possedere il corpo e comandare la volontà di una ragazza, costringendola a uccidere. Sulle tracce della ragazza la polizia e una medium che vorrebbe aiutarla e che ha già incontrato Madame Belard. Si tratta del primo episodio di una saga e i punti che alla fine del romanzo restano in sospeso sono, ovviamente, molti. La scrittura è un po’ acerba, alcune parti andrebbero a mio parere maggiormente approfondite.

Post concluso, Luglio è finito.