Pubblicato in: Riflessioni, Scrittura

Trend di incremento nel numero degli ebook pubblicati (al 30 Giugno 2016)

Ecco la trimestrale rilevazione dei numeri alla fine del 30 Giugno 2016.

Dal confronto del numero degli ebook in vendita sullo store amazon.it al 30 marzo e al 30 giugno 2016 si rileva che il numero degli ebook in lingua italiana è aumentato, complessivamente, di una percentuale di poco superiore al 5% (contro il il quasi 6% del trimestre precedente), e l’incremento degli ebook in lingue straniere è sceso al 4,29% dal 6,54%.

Le categorie (di narrativa) in cui l’aumento è più rilevante sono quelle Romanzi rosa, Humour e Fantascienza-Fantasy-Horror.

Anche stavolta ho rilevato il numero degli ebook per le consuete “sotto categorie”: Letteratura e narrativa; Libri per bambini e ragazzi; Fantascienza, Horror e fantasy. Ricordo che, per effetto dell’inserimento di un ebook in più categorie, la somma degli ebook di una sotto categoria è maggiore del numero degli ebook della categoria.

La prossima rilevazione sarà alla fine del mese di Settembre 2016.

ebook tutti 30-6-16

ebook fant 30-6-16

ebook letter 30-6-16

ebook raga 30-6-16

 

Pubblicato in: Almanacco

Almanacco: scrittori nati il 22 marzo

James Patterson

(1947), scrittore statunitense.
Di lui ho letto di recente alcuni romanzi di avventura per ragazzi della serie “Maximum Ride“, che hanno per protagonisti alcuni “ragazzi-uccello”, creati con metodi di ingegneria genetica. Non mi hanno entusiasmata.

 

Pubblicato in: Almanacco

Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 6 marzo

Francesco Guicciardini

(1483 – 1540), scrittore, storico e politico italiano.
Ricordi di scuola.

Savinien Cyrano de Bergerac

(1619 – 1655), filosofo, scrittore e drammaturgo francese.
Conosciuto forse più per la tragedia scritta da Rostand che lo vede come protagonista che non per le sue opere, mi incuriosisce il fatto che abbia scritto dei romanzi di fantascienza o proto-fantascienza, ambientati sulla luna e sul sole, che non ho ancora letto ma vorrei leggere.

Elizabeth Barrett Browning

(1806 – 1861), poetessa inglese.
Ricordi di scuola.

Gabriel García Márquez

(1927 – 2014), scrittore, giornalista e saggista colombiano.
Vincitore del Premio Nobel per la letteratura nel 1982. Ho letto di lui dei racconti e due romanzi fra cui “Cent’anni di solitudine“, che mi è piaciuto molto, oltre trent’anni fa.

Simona Vinci

(1970), scrittrice italiana.
Li lei ho letto anni fa l’inquietante “Dei bambini non si sa niente“. Molto ben scritto, ma angosciante per la storia che racconta.

Pierdomenico Baccalario

(1974), scrittore italiano.
Di lui ho letto diversi romanzi per ragazzi; quello che ho trovato più interessante e originale è “Lo spacciatore di fumetti“, ambientato a Budapest poco tempo prima della caduta del muro di Berlino: i fumetti americani ch i ragazzi “spacciano” sono visti come un simbolo di libertà per cui vale anche la pena di rischiare.

 

Pubblicato in: Almanacco, Libri

Almanacco: scrittrici e scrittori nati il 14 gennaio

John Dos Passos

(1896 – 1970), scrittore statunitense.
Di lui ho letto una decina di anni fa “ Il 42º parallelo “.

Giana Anguissola

(1906 – 1966), scrittrice italiana.
Di lei ho letto da bambina “Priscilla” e “Violetta la timida”, gradevoli romanzi per ragazzi.


Pubblicato in: Almanacco, Libri

Almanacco: scrittori nati il 13 settembre

Roald Dahl (1916 – 1990), scrittore britannico.

Autore di molti indimenticabili romanzi per ragazzi ha scritto anche romanzi e racconti per adulti. Di lui ho letto vari libri, il mio preferito (e uno dei libri da ragazzi che ritengo fra i migliori in assoluto) è “Matilda“.

 

Pubblicato in: Citazioni, I miei libri, Libri

La torre della Papessa, incipit

Incipit del mio romanzo per ragazzi “La torre della Papessa”, la storia di una vacanza speciale con un’avvincente caccia al tesoro, la scoperta della bellezza della montagna e di nuove amicizie.

IMG_0051

Quel pomeriggio Augusto non vedeva l’ora che il suo turno di lavoro finisse e, appena poté lasciare scope e stracci e uscire dall’università, si precipitò nella bottega dello zio Giuseppe. L’insegna del negozio era Bellavia Antichità, ma di antico negli scaffali metallici c’era ben poco, si trattava per lo più di oggetti usati, la cui provenienza non era sempre lecita.

Quando Augusto entrò, lo zio stava scribacchiando appoggiato a un bancone. L’uomo alzò la testa rivolgendogli un cenno di saluto e lui, in poche e confuse parole, gli spiegò il motivo della visita. Poi gli mostrò le due lettere che erano cadute dalla scrivania del rettore mentre, come ogni giorno, la stava spolverando, lettere che aveva prontamente sottratto. Gli occhi avidi dello zio brillarono nel leggere nella più breve una dichiarazione molto significativa: Trovato tesoro di Mirella. La chiave è il libro.

 

copertina PAPESSA

 

Pubblicato in: I miei libri, Libri

LA TORRE DELLA PAPESSA

copertina PAPESSAPer motivi di lavoro il padre di due gemelle undicenni, Asia ed Eva, prende in affitto una casa a Roccagrigia, un paesino di montagna, per trascorrere con le figlie l’estate, mentre la moglie resta in città ad eccezione di un paio di settimane di ferie.

Le gemelle non sono affatto contente della novità, avrebbero preferito la solita vacanza al mare, dove avrebbero ritrovato un sacco di amici: Roccagrigia è un posto di cui i turisti ignorano l’esistenza, anche se ci sono due alberghi.

Nel paese, comunque le gemelle fanno conoscenza con dei ragazzi del posto; l’incontro non è proprio cordiale perché si prendono reciprocamente in giro; uno dei ragazzi afferma che nella zona c’è un castello che custodisce un tesoro. La notizia, che sul momento appare solo uno scherzo, trova una possibile conferma in una e-mail di Vanessa, l’amica del cuore delle gemelle, che ha avuto la stessa informazione dalla cugina, laureanda in lettere.

Asia decide così di mettersi alla ricerca del leggendario tesoro della principessa Mirella. La sua determinazione viene accentuata quando scopre che la casa in cui abitano apparteneva a una professoressa di storia in pensione (Teresa Salimbeni) che a sua volta ha cercato a lungo il tesoro.

Esamina con Eva i documenti lasciati dalla prof e rimasti nello studio, senza però trovare niente di utile, neppure una copia del libro che Teresa Salimbeni ha scritto sulla principessa, basato sulle lettere che questa aveva inviato a un’amica, antenata di Teresa Salimbeni stessa. La prof ha però lasciato anche un computer portatile protetto da una password e le gemelle lo portano in camera loro per cercare di scoprirla.

Sulle tracce del tesoro però c’è anche qualcun altro: due uomini, uno giovane (Augusto) e uno di mezza età (Giuseppe Bellavia); il primo ha lavorato per qualche tempo come addetto nell’impresa di pulizie presso l’università di Torino e ha trovato due lettere che Teresa Salimbeni aveva inviato all’amico rettore di quella università in cui parla del tesoro. Lui e Bellavia, un suo parente, una sorta di rigattiere-ricettatore sono arrivati a Roccagrigia dove hanno scoperto che Teresa Salimbeni è morta da un po’ e che la sua casa è stata affittata al padre delle gemelle per tutta l’estate. Si sono dunque stabiliti in una pensione, fingendo di non conoscersi e iniziano a spiare i movimenti delle gemelle e del padre  perché vogliono introdursi in casa per prendere i documenti di Teresa Salimbeni. quarta di copertina Papessa

Intanto, dopo vari tentativi Asia intuisce quale sia la password per entrare nel computer. Ci sono molti file che riguardano il castello ma apparentemente in nessuno vi sono annotazioni utili per trovare il tesoro. Le gemelle visitano più volte le rovine del castello con i ragazzi del paese, divenuti loro amici, e continuano a studiare il contenuto del computer della professoressa. Sospettano di essere di quando in quando seguite da qualcuno e temono che questo qualcuno posso giungere al tesoro prima di loro.

Il timore non è infondato perché Bellavia e Augusto rapiscono Asia ed Eva per farsi rivelare tutto quello che hanno scoperto sul tesoro…