La donna in bianco – Wilkie Collins * impressioni di lettura

(titolo originale The Woman in White, 1859; letto nell’edizione 2018, trad. Stefano Tummolini)

La donna in bianco è il primo romanzo che ho letto di Wilkie Collins. Non posso dire che mi sia piaciuto (o piaciuto molto) nel senso letterale del termine, devo però ammettere che ho apprezzato alcuni aspetti.

cover Collins Donna in bianco

Per prima cosa il saper creare la suspense, anche troppa, cosa che mi ha indotta a una lettura parecchio frammentata, soprattutto dei primi tre quarti del romanzo: si avverte nell’aria che succederà qualcosa di brutto ai personaggi cui ci siamo affezionati e l’attesa sembra non finire mai, mentre in ogni pagina l’autore ci ricorda che sta per accadere qualcosa di brutto, che le macchinazioni dei cattivi stanno per avere i loro effetti nefasti sui buoni. L’ansia generata nel lettore, a mio parere, è davvero molta; forse Collins si dilunga perfino troppo prima di far verificare quello che è l’evento clou.

La seconda cosa è il modo di narrare: l’autore utilizza molteplici punti di vista: vari personaggi raccontano la parte della storia di cui sono stati testimoni. Quindi abbiamo una serie di narrazioni in prima persona; alcune sono molto lunghe, ad opera dei protagonisti, altre brevi, quando a parlare sono personaggi minori o secondari. Ogni voce è diversa dall’altra, riflette il carattere del personaggio e la sua estrazione sociale. Questo modo di raccontare mi ha fatto venire subito in mente un romanzo di Heinrich Böll, Foto di gruppo con signora, che ho letto molti anni fa, anche se si tratta di testi e di intenzioni narrative molto diversi; nel romanzo di Böll inoltre c’è un narratore che tiene le fila di tutti gli altri interventi e documenti utilizzati per comporre il ritratto della protagonista, la cui voce non compare mai.

I personaggi del romanzo di Collins sono tutti ben caratterizzati e ben descritti; il libro ha più di centocinquant’anni e questo naturalmente si sente, per il linguaggio e una certa prolissità, nonché per il modo in cui vengono sconfitti i cattivi, ovvero con una sorta di punizione divina. Uno dei cattivi è, guarda caso, italiano: il conte Fosco, che si rivela essere tale di nome e di fatto, capace di architettare un piano astuto e perverso.

La donna in bianco è una delle prime storie thriller ed quindi un capostipite del genere, che fece fortuna fino dai suoi inizi.

Wilkie William Collins nacque a Marylebone il giorno 8 gennaio 1824 e morì a Londra il 23 settembre 1889. Fu amico e collaboratore di Charles Dickens.

 

 

 

Annunci

Delitti artici – Marialuisa Moro – Segnalazione

Segnalo  l’uscita del nuovo ebook di Marialuisa Moro; l’autrice propone ai suoi lettori un altro thriller, stavolta con un protagonista che di cui hanno seguito le vicende in “Puzzle”. A questo link potete leggere anche l’intervista che le ho fatto. E, se cercate nel blog il suo nome, potrete leggere le mie impressioni di lettura a diversi dei suoi romanzi.

Questa è la citazione che precede il romanzo, direi che è molto rivelatrice:

Il diavolo è un ottimista se crede di poter peggiorare gli uomini.” (Karl Kraus)cover Delitti artici

Questa la sinossi

Chi ha letto PUZZLE, ambientato a pochi chilometri da Capo Nord, sa di chi parlo. Per chi non lo conoscesse già, entra in scena il commissario Stig Olsen. Dopo la soluzione del caso più sanguinario e orripilante della sua carriera, “il caso del macellaio di Gjesvᴂr”, così definito perché l’assassino tagliava a pezzi le sue vittime per ricomporle in un orrido puzzle, il commissario Stig Olsen, emotivamente devastato e ferito in ciò che aveva di più caro, si trasferisce a Tromso per cambiare aria. In quella città, che da principio gli pare priva degli stimoli di cui ha bisogno per distrarsi e lo fa pentire della sua scelta, si troverà ben presto ingaggiato in una lotta corpo a corpo con gli spettri del passato, travolto da una spirale di odio e di satanica follia, in un ruolo nuovo per lui: quello di vittima designata.

 

Uropia, il protocollo Maynards – Pietro Bargagli Stoffi * segnalazione

Segnalo l’uscita di questo thriller distopico sul rischio reale di una potenziale deriva autoritaria all’interno dell’Unione Europea, un romanzo scritto da Pietro Bargagli Stoffi, dal titolo “Uropia, il protocollo Maynards e pubblicato dalla casa editrice Bibliotheka Edizioni.

cover Bargagli

Sinossi

Massimo Maffei è un traduttore italiano, nato e cresciuto a Monaco di Baviera, dove dirige una piccola ma fiorente agenzia. Quando incontra e si innamora di Anna, una giovane post-dottoranda dell’Università di Monaco, la loro storia d’amore sembra completare la sua vita e renderla perfetta.

Non immagina che a causa del suo impegno politico e civile, la tranquilla vita di tutti i giorni a cui è abituato verrà sconvolta per sempre.

In effetti, negli ultimi dieci anni il mondo è profondamente cambiato e l’Unione europea stessa ha subito una trasformazione epocale: devastata dalla persistente stagnazione economica – e in risposta all’onda emotiva provocata dai continui attacchi terroristici e dal crescente populismo nazionalista – i trenta stati che la componevano si sono sciolti, fondendosi in un’unica entità statale continentale.

L’architetto di questo progetto è il presidente della Commissione europea – l’ungherese Andraş Pordan – che occuperà l’ufficio temporaneo del presidente d’Europa per un anno, gestendo la transizione verso le prime elezioni democratiche pan-europee. Con l’aiuto di un giovane sottosegretario e sostenuto da influenti centri di potere, Pordan non perde l’opportunità tanto attesa.

In pochi hanno pubblicamente denunciato il pericolo di una deriva antidemocratica del nuovo stato unitario: tra questi il ​​professor Johnatan Maynards – professore di econometria all’Università di Monaco – il cui lavoro di divulgazione all’università e su un blog in rete ha ispirato la nascita di un movimento civico chiamato “Uropia”, di cui Massimo stesso è simpatizzante e attivista.

Quando il governo inizia ad applicare le prime misure liberticide e il professore è costretto suo malgrado dagli eventi a occuparsi di politica, nulla sarà come prima: dal momento in cui Maynards si candida alle elezioni europee diventando il principale antagonista di Pordan, un meccanismo segreto ed inarrestabile si mette in moto contro di lui, coinvolgendo tutti quelli che gli sono vicini.

Tra fughe e tradimenti, pericoli e sorprese, su uno sfondo musicale operistico, nemmeno colpi di scena inaspettati sembrano impedire la vittoria di Pordan…

L’autore

Pietro Bargagli Stoffi è nato a Pisa nel 1975.
Laureato in Giurisprudenza nella sua città, ha vissuto 11 anni in Germania, tra Francoforte e Monaco di Baviera.
Appassionato di storia, politica, viaggi e lingue, ha maturato variegate esperienze professionali nel mondo del turismo, dei videogames, dell’automobile, del merchandising.
É stato apicoltore, ha prestato la voce a Wario nel gioco Nintendo “Wario&Games” per WiiU ed ha contribuito alla realizzazione della Borgward “Isabella concept”, nonché di numerosi gadgets per Juve, Milan, Inter, Roma e Pagani automobili.
Attualmente vive in Svizzera.

Altre informazioni sul romanzo

Prezzo ebook: € 4,99 * Prezzo cartaceo: € 18,00 * Data pubblicazione: 14 febbraio 2019 * Pagine: 328

 

I guardiani dell’isola perduta – Stefano Santarsiere * segnalazione

Segnalo l’uscita di questo thriller edito da Newton Compton Editori (Nuova Narrativa Newton). Il romanzo è disponibile sia in formato ebook che in edizione cartacea.

cover isola perduta santariere

Sinossi

Una scossa improvvisa giunge nella vita di Charles Fort, giornalista appassionato di misteri. Il suo amico Luca Bonanni è morto in un incidente stradale e proprio lui viene convocato dalle autorità per riconoscerne il corpo. Ma le sorprese che lo attendono non sono poche: la compagna di Bonanni, Selena, sospetta un’altra causa di morte e lo contatta per chiedergli aiuto. Ha con sé una valigia lasciata dall’uomo piena di oggetti provenienti da relitti inabissatisi nel Pacifico e che nessuno, in teoria, potrebbe aver recuperato. Le domande sono tante: cosa lega il contenuto della valigia alle ultime ricerche di Bonanni? Da cosa dipendevano i suoi timori negli ultimi giorni prima dell’incidente? E soprattutto, chi o cosa sono gli hermanos del mar che cercava lungo le coste messicane e poi nell’arcipelago delle Fiji? Per risolvere i tanti misteri, Charles Fort e Selena si spingeranno dall’altra parte del mondo, trovandosi alle soglie di una scoperta scioccante che unisce le ipotesi sull’esistenza di misteriose creature degli oceani agli affari di una spietata multinazionale…

Il romanzo, uscito il 16 marzo 2017, è di 381 pagine. Prezzo: 2, 99 € (ebook), 7,90 € (copertina rigida); ISBN 10: 8822702085; ISBN 13: 978-8822702081




Il pozzo di Alesund: Thriller – Marialuisa Moro – Segnalazione

Segnalo la pubblicazione del nuovo romanzo thriller di Marialuisa Moro, nuovamente ambientato nei paesi del Nord Europa. É disponibile sia in formato ebook kindle che cartaceo.

Sinossi
Una notte, in un appartamento di Oslo. Olga, una giovane infermiera che lavora con gli cover-mm-pozzo-alsundanziani secondo una sua ottica molto personale, non riesce a dormire e guarda fuori, nel cortile. Gli occhi le cadono su una finestra illuminata: un bell’ambiente, su cui si mette a fantasticare. Non immagina che quello che sta per vedere cambierà il corso della sua vita. Sarà una caccia senza esclusione di colpi, una fuga dalla Norvegia alla Finlandia e poi in Olanda, in cui vittime e carnefici si confondono e si scambiano i ruoli, perché nessuno è innocente.

Fra gli altri articoli su Marialuisa Moro, le mie impressioni di lettura su: Un piccolo scambio, Tarocchi giallo lombardo bavarese.

A questo link potete leggere anche la mia intervista a Marialuisa Moro.

 

FORE MORRA – Diego Di Dio * segnalazione

Segnalo l’uscita di questo thriller edito da Fanucci nella collana Timecrime.

cover-fore-morra

Sinossi

Alisa e Buba sono due sicari. Entrambi sono professionali, spietati, ben noti nell’ambiente. Lavorano insieme, ma non potrebbero essere più diversi. Buba è un uomo possente, maniacale, una perfetta macchina di morte dal passato ambiguo e oscuro. Alisa è una sopravvissuta. Si porta dietro il fardello di un’infanzia trascorsa tra violenze e angherie, tra abusi e povertà: è cresciuta ai margini di una società feroce e impietosa. Quando viene commissionato loro l’omicidio di un piccolo camorrista, scoprono che si tratta di una trappola architettata da un uomo potente e determinato, chiamato “il boss”, e di cui si sa una cosa sola: il suo obiettivo è catturare Alisa, catturarla viva. Andando a ritroso nella memoria, esplorando i tormenti e le violenze subite nella sua vita, Alisa dovrà capire chi si nasconde dietro la grande macchinazione congegnata ai suoi danni. Lei e Buba dovranno addentrarsi tra i quartieri di Napoli e negli antri bui della mente umana, per scoprire quanto profondo e devastante possa essere l’odio di un uomo tradito.

Fore morra: fuori dalla camorra. Come proiettili impazziti, con tutti e con nessuno.

Il romanzo, di 320 pagine, è uscito il 2 febbraio 2017 e si può trovare sia in formato ebook (4,99 €) che cartaceo (12,90 €). (ISBN-10: 8866883158; ISBN-13: 978-8866883159)


Blue Sugar – Cecilia Claudi * Impressioni di lettura

Ieri ho finito di leggere questo ebook self, che mi è piaciuto molto.
Mi rendo conto che il mio commento non è gran che esplicativo, ma dicendo di più rischierei di svelare troppo.

Una bella storia, thriller e d’amore nello stesso tempo. Bei protagonisti e dolce il rapporto che si instaura fra loro; anche gli altri personaggi risultano credibili. Trama avvincente e scrittura fluida. La narrazione è in prima persona, alternando il punto di vista dei due protagonisti. Molto coinvolgente.
Lettura davvero consigliata nonostante qualche refuso.

cover-blue-sugar

Sinossi

La ventunenne Claire Leyden ha visto fin troppe cose nella sua giovane vita e, nel tentativo di lasciarsi tutto alla spalle, decide di prendere una decisione drastica e trasferirsi dall’altra parte dell’America, o meglio, come dice sua sorella, nel bel mezzo del nulla. Non vuole avere una vita universitaria spensierata, né farsi degli amici, vuole semplicemente essere lasciata in pace a combattere con i suoi fantasmi a modo suo.
Le cose non vanno mai secondo i piani, però, e quando incontra l’affascinante Ashton, che sembra stranamente metterla a suo agio con i suoi modi diretti, i muri che aveva eretto intorno a sé stessa nel tentativo di nascondersi iniziano mano a mano a creparsi.
Cosa succede, però, quando il passato ritorna a bussare alla porta?
Riuscirà Ashton a convincere Claire a lasciar andare il suo passato e a concentrarsi sul presente?
O sarà un peso troppo grosso di cui liberarsi?